nuovo messaggio
Ars Web » Il forum di ArsWeb » Elezioni comunali a Caposele
News
Inviato il 15/07/2010 15.23.20
  Qui di seguito viene riportata la comunicazione pervenuta all’ufficio protocollo in data 14 luglio 2010 in cui si evince la mia volontà di distaccarmi dal gruppo consiliare di maggioranza e di creare in consiglio comunale una nuova forza il cui scopo sia esclusivamente la tutela dei giovani e del territorio.
 
 
Alla cortese attenzione del
Sindaco di Caposele
 
Il sottoscritto Tommaso Cibellis, consigliere comunale nato a Battipaglia (SA) il 29/04/1984 e residente a Caposele,
dati i contrasti avuti negli ultimi consigli comunali,
date le attuali incomprensioni con l’amministrazione comunale,
date le mancanze dell’attuale amministrazione comunale in termini di problematiche sociali come sport e giovani,
data la mancanza totale di sintonia con l’attuale gruppo dirigente
 
rende noto
 
alla S.V. la volontà di distaccarsi dall’operato dell’attuale amministrazione e di comportarsi nei giorni a seguire come consigliere comunale autonomo, votando in seduta di c.c. liberamente lontano da qualsiasi “gioco di squadra”.
 
Nella speranza che tale atto possa portare a migliorie e a provvedimenti volti a risolvere la questione giovanile che da anni affligge la nostra comunità, l’occasione è gradita per porgere distinti saluti.
 
Caposele lì 14 luglio 2010
 
 
 
Tommaso Cibellis
 

rispondi al messaggio

Lupo appenninico
Inviato il 22/04/2010 15.39.07
  >a quando i lavori di riqualificazione della montagna forse dobbiamo catapultarci in abruzzo nel parco per vedere qualcosa di caratteristico e di notevole impatto visivo.fino ad oggi la nostra montagna e' sempre la stessa nel solito stato di sempre.
>

Poco attento e poco amante della natura. Forse non ti sei accorto ma la riqualificazione della montagna già è partita.

rispondi al messaggio

amante natura
Inviato il 22/04/2010 13.30.20
  a quando i lavori di riqualificazione della montagna forse dobbiamo catapultarci in abruzzo nel parco per vedere qualcosa di caratteristico e di notevole impatto visivo.fino ad oggi la nostra montagna e' sempre la stessa nel solito stato di sempre.

rispondi al messaggio

MinisteroInterno.it
Inviato il 30/03/2010 09.11.17
  CAPOSELE - ELEZIONI REGIONALI 2010 -
Elettori 4.386
Votanti 1.987 45,30 %
 
IL POPOLO DELLA LIBERTA' 441 voti 24,51 %
UNIONE DI CENTRO 188 10,45 %
ALLEANZA DI CENTRO DC 161 8,94 %
MPA-NUOVO PSI-PRI 151 8,39 %
LIBERTA' AUTONOMIA SUD 22 1,22 %
LA DESTRA 7 0,38 %
U.D.EUR POPOLARI 5 0,27 %
PARTITO DEMOCRATICO 560 31,12 %
DI PIETRO ITALIA VALORI 153 8,50 %
SINISTRA ECOL.LIB. PSE 32 1,77 %
ALLEANZA PER L'ITALIA 17 0,94 %
CAMPANIA LIBERA 11 0,61 %
FED.VERDI-L'ALTRO SUD 6 0,33 %
LISTA PANNELLA BONINO 1 0,05 %
MOV.5 STELLE BEPPEGRILLO 25 1,38 %
RIFOND.COM.SIN.EUR.COM.IT. 19 1,05 %
 
candidati presidenti:
CALDORO STEFANO 968 51,24 %
DE LUCA VINCENZO 873 46,21 %
FICO ROBERTO 30 1,58 %
FERRERO PAOLO 18 0,95 %
 
Schede bianche 56 2,81 %
Schede nulle - -
Schede contestate e non assegnate 42 2,11 %
 

rispondi al messaggio

ComuneCaposele
Inviato il 29/03/2010 16.16.15
  ELEZIONI REGIONALI 2010
 
AFFLUENZA ALLE URNE COMUNE CAPOSELE 45,30% NUM.VOTANTI 1.987 (Iscritti 4.386)
 
SEZ.1 57,43 % NUMERO VOTANTI 610
SEZ.2 54,05 % 693
SEZ.3 55,81 % 552
SEZ.4 12,53 % 132
 
 

rispondi al messaggio

zappatore allegro
Inviato il 12/02/2010 11.33.45
  non mi sono offeso, ma che duce...la parola cittadini era per dire piu' persone che hai convolto nella presunta lista di nic. meli. A me non me ne frega un cazzo ne di politica ne di caposele!!!!! andate tutti alla piana del sele...ahaahahahhahahaah

rispondi al messaggio

Frenco
Inviato il 12/02/2010 01.08.58
  >come ti chiami non mi interessa, ma un altra volta non fare piu'nomi riguardanti la lista che potrebbe fare nic. mel.! i nomignoli che hai messo ad ognuno di noi li abbiamo capiti tutti, ma tu sicuramente non sei meglio di noi!non ti firmi nemmeno...! uno scrive per il bene di caposele, ma visto che non si puo'fare discussioni serie e meglio che si lascia perdere tutto senza perdere tempo a scrivere su questo sito!
>

"Cittadini", come esordiva il duce!
I nomi che ho fatto sono di fantasia. Visto che hai delle difficoltà a farli la fantasia aiuta molto. Se ti sei offeso è solo un tuo problema. Da tutti i post che hai scritto butti solo del fango sulle persone, quale bene di Caposele.

rispondi al messaggio

cittadini
Inviato il 12/02/2010 00.07.34
  come ti chiami non mi interessa, ma un altra volta non fare piu'nomi riguardanti la lista che potrebbe fare nic. mel.! i nomignoli che hai messo ad ognuno di noi li abbiamo capiti tutti, ma tu sicuramente non sei meglio di noi!non ti firmi nemmeno...! uno scrive per il bene di caposele, ma visto che non si puo'fare discussioni serie e meglio che si lascia perdere tutto senza perdere tempo a scrivere su questo sito!

rispondi al messaggio

Frenco
Inviato il 11/02/2010 00.05.48
  >Scusa FRENCO ma un nome ce l'ho avrai! le critiche che uno fa sono costruttive perche' amiamo il paese! data la tua ironia a fare la lista di nicola mel. e dato che non ti firmi vuol dire che la verita' fa male e che uno ti ha colpito in centro sentendoti in difetto perche' evidentemente ti senti in torto col paese, la prossima volta non ti metti in mezzo quando non si ha le capacita'!!!
>

Mi chiamo Frenco!
Critiche costruttive, amiamo il paese...
E poi perchè vergognarsi? Di cosa? La verita fa male...quale verità? In torto con il paese, quale torto?
Non ti metti in mezzo quando non si hanno le capacita... a fare cosa? Chi?
Non capisco, mi sembrano frasi di frustrazione buttate li per sfogo.
Adesso vado a sfogare facendo il turno notturno di lavoro. Stasera mi tocca...
 

rispondi al messaggio

vergognatevi!!!
Inviato il 10/02/2010 21.28.20
  Scusa FRENCO ma un nome ce l'ho avrai! le critiche che uno fa sono costruttive perche' amiamo il paese! data la tua ironia a fare la lista di nicola mel. e dato che non ti firmi vuol dire che la verita' fa male e che uno ti ha colpito in centro sentendoti in difetto perche' evidentemente ti senti in torto col paese, la prossima volta non ti metti in mezzo quando non si ha le capacita'!!!

rispondi al messaggio

Frenco
Inviato il 10/02/2010 00.43.38
  E allora non fare solo polemiche. Anche fare dei nomi ti è difficile, figurati amministrare.
Ti aiuto a formare la prox lista elettorale:
N. Melilos
G. Pop.
D. Frap.
A. Megrus
G. Kafka
S. Yoghi
U. Bertones
G. Mangione
G. Zialia
Questi riusciranno a risollevare le sorti di un paese ormai al declino...

rispondi al messaggio

nic.m.
Inviato il 09/02/2010 23.39.12
  ma guarda non e' facile individuare dei nomi sicuri e credibili in questo momento ma di sicuro ci vuole un ragazzo aperto mentalmente capace di proporre continuamente idee e progetti affinche' il nostro stupido paese possa rialzarsi e incamminarsi verso il futuro.

rispondi al messaggio

Franco
Inviato il 08/02/2010 22.32.13
  Caro nic.m., chi pensi possa risollevare le sorti di Caposele? Chi vedi capace?

rispondi al messaggio

nic.m
Inviato il 08/02/2010 13.00.24
  ma ci rendiamo conto di chi attualmente opera politicamente a caposele:pietro cetrulo basta basta basta siamo nauseati e disgustati svegliamoci giovani di caposele dobbiamo necessariamente distruggere politacamente questa gente solo cosi' si puo' pensare di uscire da queste sabbie mobili in cui siamo sprofondati.intavoliamo una discussione.

rispondi al messaggio

nic.m
Inviato il 19/01/2010 13.17.58
  come mai non ti firmi e poi cosa vuoi dire non ho capito si vede che siete chiusi mentalmente proprio per questo non riusciamo ad uscire da queste sabbie mobili che voi siete riusciti a far sprofondare ma comunque basta con uno sconosciuto non e' possibile intavolare nessuna discussione.

rispondi al messaggio

solo salernitana
Inviato il 19/01/2010 00.15.56
  Hai una visione troppo miope e di parte per poter intessere una discussione seria.
Meglio lasciare stare. Anche se si facessero le cose più belle del mondo ci sarebbe il solito esibizionista che, davanti al bar, continuerebbe a fare i suoi comizi da serie D (anzicchè farli nei consigli comunali!) o il solito tifoso, sempre di serie D, pronto a sostenere la sua squadra e, contro tutte le leggi, a ritenerla di serie A.
Ecco il motivo per cui ci troviamo in questo stato.
Meglio che i disfattisti (come te)lascino Caposele? O meglio che i miopi restino e contribuiscano a rendere un pò più sorridente la vita?
A differenza tua, che invogli le persone a lasciare il paese, io preferisco che questi (sopra identificati) restino e svolgano la loro funzione sociale: far ridere le persone!
 

rispondi al messaggio

solo lupi
Inviato il 18/01/2010 16.23.13
  ti ricordo che in 2 anni avete montato 5 panchine sotto gli alberi a materdomini e installato i bagni chimici in estate questo e' tutto in quanto il museo delle acque e la porta del parco e' una cosa nostra avete solo inaugurato in maniera totalmente errata perche'non si puo' pensare di mettere tutto insieme in una struttura tra l' altro senza creare nessuna possibilita' occupazionale ai tanti giovani disoccupati che ancora sono in questo stupido paese.altri esempi:stutture sportive abbandonate,parco fluviale non valorizzato,politiche turistiche assenti,progetto parcheggio multipiano sbagliato,puc vergognoso,idea di finire il centro fieristico assente e poi per quanto riguardi i ricorsi che la minoranza ha fatto e' il minimo di fronte alla vostra completa incapacita' amministriva di governare democraticamente il nostro paese.

rispondi al messaggio

Ant. Mer.
Inviato il 16/01/2010 16.02.54
  >nessuno scrive niente sta a tutti bene questo immobilismo totale che peccato che il paese sia finito cosi' male e i grandi amministratori del cuore sono indifferenti a questa agonia lenta ma inesorabile.

>

nic. mel. non fare solo chiacchiere dici "dove il paese è finito così male" fai degli esempi. Sai al male non si può mai mettere fine immagina come sarebbe stato se ad amministrare fossero stati i tuoi amici dove saremmo andati a finire. Non sanno neppure leggere le carte, non sono presenti ai consigli comunali e poi sai che fanno solo ricorsi alla procura o i comizi davanti al bar solo per voglia di protagonismo come se stessero commentando una partita di calcio.
Di a chi di tua conoscenza che venisse a fare il consigliere di minoranza e non fare solo battute o ricorsi a danno dell'intera collettività.

rispondi al messaggio

nic.m.
Inviato il 15/01/2010 18.50.50
  nessuno scrive niente sta a tutti bene questo immobilismo totale che peccato che il paese sia finito cosi' male e i grandi amministratori del cuore sono indifferenti a questa agonia lenta ma inesorabile.

rispondi al messaggio

nic.m
Inviato il 04/12/2009 13.26.35
  nessuno scrive niente a tutti sta bene questo immobilismo totale come mai adesso l' ars non prepara dossier sull' abbandono delle strutture sportive le soluzioni a questo problema sono rimaste ancora sui palchi della campagna elettorale del 2008.

rispondi al messaggio

nic.m.
Inviato il 04/11/2009 16.14.01
  vergognatevi solo parole avete separato un paese intero per il solo gusto di vincere e per apparire farina sei ridicolo dimettiti che fai ancora in tempo dpo due anni ancora nessuna idea ma rendiamoci conto di come questo paese sta lentamente morendo.

rispondi al messaggio

analnatrac
Inviato il 11/05/2009 17.54.07
  ragazzi, ancora una volta il grande Lucio Viscido, zitto-zitto, tomo-tomo, cacchio-cacchio, ci ha stupiti candidandosi alla provincia per l'italia popolare, ormai da lui solo sorprese, anche se mi sarei aspettato una candidatura per un partito un po' più serio, tipo il partito dell'amore o quello dei separatisti sardi, oppure il partito per la antistralaceno, Lucio sei un grande.

rispondi al messaggio

attento osservatore
Inviato il 16/02/2009 00.22.39
  ma quale puc stasera la gente di caposele ha capito che anche questo tanto atteso strumento urbanistico e' pieno di errori e superficialita' la politica non si fa per interessi personali con voi stiamo ritornando indietro di molti anni altro che decantato cambiamento avete solo separato un paese per il gusto di vincere senza neanche capire e sapere come si amministra democraticamente siete e resterete solo un gruppo di mediocri.

rispondi al messaggio

nic m.
Inviato il 28/11/2008 00.31.48
  adesso il tempo delle chiacchiere e' finito inizia l' era durissima per il cuore.ma qualche piccola idea per caposele la riuscite a partorire o vi piace solo salire le scale del municipio!!in 30 anni di politichetta locale non si e' mai vista una compagine cosi' deludente da tutti i punti di vista.le elezioni non si vincono solo per protagonismo personale !!!ma un piccolo programma dove lo si puo' consultare forse presso l' ospedale di OLIVETO CITRA e poi sembra che per visionare quelle poche delibere e atti che fate bisogna sudare le proverbiali sette camice la cosa pubblica non e' una partita di pallone.

rispondi al messaggio

cuore
Inviato il 16/11/2008 16.56.17
  nico il tempo della cuccagna è finito

rispondi al messaggio

nic.m
Inviato il 11/11/2008 16.56.41
  i nostri amici del cuore si sono prefissati il ritorno al passato altro che fantomatico cambiamento!!piscina chiusa e informagiovani chiuso strutture sportive abbandonate discorso sullo sviluppo del turismo ancora in alto mare progetto parco fluviale stravolto e tanto altro.a voi le dovute osservazioni.

rispondi al messaggio

info
Inviato il 18/04/2008 11.35.32
  ELEZIONE SENATO DELLA REPUBBLICA, 13-14 APRILE 2008
 
Comune di CAPOSELE
 
Percentuale votanti 93,759%
 
POPOLO DELLA LIBERTA' 839 voti (36,701%)
PARTITO DEMOCRATICO 811 (35,476%)
UNIONE DI CENTRO 280 (12,248%)
ITALIA DEI VALORI 148 (6,474%)
LA SINISTRA L'ARCOBALENO 51 (2,230%)
PARTITO SOCIALISTA 31 (1,356%)
LA DESTRA 30 (1,312)
PARTITO COMUNISTA MARX-LEN. 21 (0,918%)
MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA 16 (0,699%)
SINISTRA CRITICA 10 (0,437%)
PARTITO LIBERALE 10 (0,437%)
UNIONE DEMOCRATICA PER I CONSUMATORI 10 (0,437%)
FORZA NUOVA 9 (0,393%)
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI 8 (0,349%)
PER IL BENE COMUNE 7 (0,306%)
LEGA SUD 2 (0,087%)
LISTA DEI GRILLI PARLANTI 2 (0,087%)
M.E.D.A. 1 (0,043%)
 
Totale 2.286

rispondi al messaggio

Info
Inviato il 18/04/2008 10.44.27
  ELEZIONE CAMERA DEI DEPUTATI 13/14 APRILE 2008
 
Comune di CAPOSELE
 
Percentuale Votanti: 93,731%
 
POPOLO DELLA LIBERTA' 976 voti (36,927%)
PARTITO DEMOCRATICO 885 (33,484%)
UNIONE DI CENTRO 303 (11,464%)
ITALIA DEI VALORI 212 (8,021%)
LA SINISTRA L'ARCOBALENO 69 (2,610%)
PARTITO SOCIALISTA 62 (2,345%)
MOVIMENTO PER LE AUTONOMIE 29 (1,097%)
LA DESTRA 29 (1,097%)
SINISTRA CRITICA 21 (0,794%)
UNIONE DEMOCRATICA DEI CONSUMATORI 20 (0,756%)
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI 20 (0,756%)
PER IL BENE COMUNE 9 (0,340%)
LISTA DEI GRILLI PARLANTI 6 (0,227%)
ASS. DIFESA DELLA VITA 2 (0,075%)
 
TOTALE 2.643

rispondi al messaggio

da CorriereIrpinia.it
Inviato il 17/04/2008 10.00.32
  Caposele, nella giunta di Farina, in pole Malanga e Rosania
 
CAPOSELE - Il giorno dopo la vittoria piuttosto netta sui "Nuovi Orizzonti" (53% a 47%, oltre centocinquanta voti di scarto), "Caposele nel Cuore" si appresta a preparare la grande festa per il nuovo sindaco Pasquale Farina.
L'altro ieri fino a tarda sera i clacson dei supporters del "Cuore" hanno imperversato a Caposele, Materdomini e nelle contrade. E da lì che è maturata l'affermazione di Farina: proprio da Buoniventre e Materdomini dove sono fuoriusciti i primi dati incoraggianti.
Per il neo primo cittadino, adesso, è già tempo di allestire la squadra che lo affiancherà nell'esecutivo comunale. I due elementi di esperienza, vale a dire Alfonsina Rosania e Vito Malanga, che hanno letteralmente trascinato la lista (in due hanno agguantato oltre 350 preferenze) appaiono due punti pilastri per Farina. Malanga, geometra, di Materdomini, ha oltretutto un'esperienza come assessore ai lavori pubblici nel mandato di Peppino Melillo. Diverse opere in corso, allo stato attuale, si sono avviate sotto la sua gestione. Rosania, ostetrica, di Caposele, si conferma una vera e propria macchina elettorale, una garanzia per la lista antiArcobaleno. Vanno segnalati anche i 119 voti di Alfonso Pallante e i cento sfiorati da Giannino Ciccone: anche per loro si potrebbero aprire le porte dell'esecutivo.
Ma va pure considerato che Farina, come annunciato più volte in campagna elettorale, vuol puntare con decisione sui giovani. E allora come non tener conto degli 87 consensi per Donatello Cirillo, i 74 di Salvatore Conforti, i 72 di Raffaella Gonnella, gli oltre sessanta di Angelo Ceres e Tommaso Cibellis. A loro, il neo primo cittadino vuol garantire visibilità in consiglio comunale e nell'amministrazione comunale del paese.
 
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 16/04/2008 14.18.10
  Caposele. È Pasquale Farina il nuovo sindaco. Il capolista di "Caposele nel cuore" ha superato, con 1478 voti, il suo avversario Gerardo Monteverde al termine di una sfida estenuante. Strano destino quello del neo primo cittadino. All'appuntamento amministrativo del maggio scorso, infatti, la sua lista era stata ricusata dalla commissione elettorale circondariale per un eccesso di firme di presentazione. Il mancato raggiungimento del quorum, alle urne si recarono 1313 elettori, praticamente lo stesso numero (tre in più) dei voti raccolti in questa tornata da Monteverde, aprì le porte del comune alla gestione commissariale e, dunque, a nuove elezioni. La scelta di mantenere vivo e attivo l'impegno politico e sociale, unitamente alla conferma della stessa lista (solo due gli avvicendamenti, esclusivamente per motivi personali, su 16 candidati) presentata lo scorso anno ha convinto la gente sulla bontà del progetto. Unico elemento di congiunzione con l'ultima amministrazione, guidata dal compianto sindaco Melillo, è l'ex assessore Vito Malanga, secondo eletto con 170 preferenze dietro solo ad Alfonsina Rosania (la più votata per la seconda volta consecutiva), che ha scelto di non seguire il percorso intrapreso dall'ex vice sindaco Monteverde, battuto lo scorso anno dal quorum e oggi da Farina, cui aveva invece aderito il figlio di Melillo, che ha colto un buon risultato personale con 133 voti di preferenza. Ieri, subito dopo lo spoglio, gli eletti ed i sostenitori della lista "Caposele nel cuore" si sono riversati in strada. «Era da quindici anni - spiega Farina, emozionato e soddisfatto - che aspettavamo questa vittoria. La gente aveva voglia di cambiamento, di un'affermazione della lista vicina alle posizioni di centrosinistra. Da sottolineare il comportamento di molti avversari che ci hanno fatto i complimenti per la vittoria. Un bel gesto».
 
 
 

rispondi al messaggio

Comune Caposele
Inviato il 16/04/2008 12.33.46
  Lista n.1 NUOVI ORIZZONTI
 
Voti di Lista:
sez.1 383
sez.2 480
sez.3 368
sez.4 79
 
totale 1.310
 
Candidati:
ZANCA VINCENZO 137 voti
MELILLO LORENZO 133
CETRULO PIETRO 107
SPATOLA ETTORE 94
MEROLA ROCCO 78
RUSSOMANNO GIUSEPPE 74
GRASSO RAFFAELE 73
MEROLA DONATO 68
MALANGA PIETRO 60
D'ALESSIO GERARDINA 58
GRASSO GAETANO 56
CASTAGNO ANNIBALE 56
COLATRELLA ANTONIETTA 54
SOZIO GIULIO 49
MARSICO SALVATORE 40
CIBELLIS FRANCO 37
totale preferenze 1.174
 
Lista n.2 CAPOSELE NEL CUORE
 
Voti di Lista:
sez.1 443
sez.2 541
sez.3 401
sez.4 93
 
totale 1.478
 
Candidati:
ROSANIA ALFONSINA 186 voti
MALANGA VITO 170
PALLANTE ALFONSO 119
RUSSOMANNO SALVATORE 100
CICCONE GIANNINO 99
CIRILLO DONATELLO 87
CONFORTI SALVATORE 74
GONNELLA RAFFAELLA 72
CERES ANGELO 67
CIBELLIS TOMMASO 64
FREDA GERARDO 56
DI MASI GERARDO 55
MATTIA NUNZIATINA 55
GUARINO ROCCO 51
CORONA RAFFAELE 49
CASILLO SALVATORE 18
totale preferenze 1.322
 
schede bianche 26
schede nulle 34
 
 

rispondi al messaggio

Min. Interno
Inviato il 16/04/2008 11.53.53
  CAPOSELE
 
percentuale votanti: 65,607%
 
Lista n.1 NUOVI ORIZZONTI (Monteverde Gerardo): voti 1.310 46,987%
 
Lista n.2 CAPOSELE NEL CUORE (Pasquale Farina): voti 1.478 53,012%
 
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 14/04/2008 15.43.52
  Ma c’è fila per scegliere i sindaci
 
Sono sedici i comuni irpini in cui si vota per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali (già certa, a Quadrelle, la rielezione di Lucia Napolitano. Superato, infatti, il quorum del 50%). Queste le precentuali dei votanti registrati, nella prima giornata, negli altri quindici comuni: Aquilonia 69,54%, Bagnoli Irpino 69,96%, Cairano 68,63%, Caposele 77,98% (record provinciale), Casalbore 70,24%, Conza della Campania 71,05%, Greci 64,29%, Lapio 76,82%, Marzano di Nola 66,45%, Monteforte Irpino 65,49%, Mugnano del Cardinale 73,28%, Rocca San Felice 67,86%, Sant’Angelo dei Lombardi 61,94%, Summonte 71,86% e Torre Le Nocelle 69,24%.
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 07/04/2008 12.35.54
  06/04/2008
Monteverde: «Siamo la continuità»
 
PAOLA DE STASIO Caposele. Una campagna elettorale dai toni piuttosto bassi. «In effetti è proprio così - commenta Gerardo Monteverde candidato sindaco della lista civica all'insegna della continuità con le amministrazioni degli ultimi 8 anni - noi abbiamo scelto un approccio più confidenziale con gli elettori programmando una serie incontri nelle varie contrade, in questo modo abbiamo la possibilità di dialogare con la gente, illustrare i nostri progetti. Durante la prossima amministrazione dobbiamo iniziare a raccogliere i frutti dei progetti messi in cantiere. Mi pare che anche i nostri avversari hanno riconosciuto la validità del lavoro svolto finora. Siamo fieri di essere una lista civica, ed anche su questo hanno seguito il nostro esempio, prima erano orgogliosi di mostrare la loro appartenenza politica e i loro sponsor, adesso cercano di camuffarla».
Su questo punto risponde l'avvocato Giuseppe Palmieri, esponente di punta del Pd, e sostenitore della lista di centrosinistra che ha come candidato sindaco il dottor Pasquale Farina: «Dell'ex e compianto sindaco Giuseppe Melillo, anche se continuo a contestare varie scelte - puntualizza Palmieri - ho però rivalutato il suo civismo, inteso nella capacità di candidare persone che hanno un radicamento sul territorio. La nostra lista questa volta ha un candidato sindaco come Pasquale Farina che, essendo medico, sicuramente avrà una maggiore capacità di raccogliere consensi, di entrare nelle case. Questo fattore insieme alla volontà di cambiamento che si avverte in giro dovrebbe favorirci». Perché Giuseppe Palmieri non si è candidato a sindaco? «Non è una mia velleità - c'era una certa riluttanza soprattutto da parte di qualche vecchio esponente di partito».
 
 
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 01/04/2008 14.34.14
  Caposele - Voto: “Nuovi Orizzonti” incontra le frazioni
 
Tre le uscite previste in questa settimana. “Nuovi Orizzonti” prepara il rush finale di questa campagna elettorale 2008. Lo schieramento guidato dal candidato sindacoGerardo Monteverde ha in programma nei prossimi cinque giorni tre uscite, due delle quali nelle frazioni di Materdomini e Buoninventre. Si parte domani sera, in località Temete, dove gli uomini di Monteverde incontreranno gli abitanti appunto di Buoninventre, vasta frazione caposelese ai confini con la limitrofa Teora. Un incontro in cui interloquire con i presenti, ascoltare richieste e problematiche. E’ stato questo il motivo per cui si è deciso di non organizzare il solito comizio, ma un vero e proprio faccia a faccia, un filo diretto con gli elettori. L’appuntamento è per le ore 20.
Stesso discorso per venerdì sera, presso il teatro del santuario di San Gerardo. Anche qui gli uomini di “Nuovi Orizzonti” incontreranno gli elettori della frazione di Materdomini, e anche qui per ascoltare le loro richieste e le loro esigenze. Chiusura di settimana in piazza XXIII novembre, domenica sera, con il comizio del candidato sindaco Monteverde. Uscita che lancerà di fatto l’ultima, intensa settimana di campagna elettorale che porterà al voto del 13 e 14 aprile.
Intanto “Nuovi Orizzonti” manifesta tutto il proprio cordoglio e la propria vicinanza a Gerardo Freda, candidato della lista avversaria, al quale, in queste ore, è venuta a mancare la cara esistenza del padre. L’intera compagine, lo staff ed i sostenitori di “Nuovi Orizzonti” sono vicini alla famiglia Freda.
(martedì 1 aprile 2008 alle 13.16)
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 01/04/2008 11.17.45
  Elezioni/ Caposele, Nuovi orizzonti parte con il tour
 
redazione - 01.04.08, 10:13 am
 
Entra nel vivo la campagna elettorale di Caposele e “Nuovi Orizzonti”, la compagine guidata dall’aspirante sindaco, Gerardo Monte-verde, continua il ciclo degli incontri pubblici.
Dopo la presentazione della lista, il ritmo degli appuntamenti e della propaganda, infatti, è aumentato. Domani alle 20.00, infatti, presso Contrada Buoninventre ci sarà un’importantissima riunione con gli agricoltori della zona per fare il punto della situazione. «Puntiamo molto sulle coltivazioni biologiche - spiega Monteverde - e abbiamo intenzione di predisporre un regolamento di polizia rurale per la manutenzione delle strade e la regimentazione delle acque piovane. Visto che questa è una grande area di campagna, possiamo sfruttare soprattutto i frutti dell’agricoltura biologica, quale volano e traino dell’economia locale».
Venerdì, invece, “Nuovi Orizzonti”. incontrerà i residenti di Materdomini, per parlare di turismo e dei punti del progetto elettorale riguardanti lo sviluppo economico locale e, in particolare, il settore commercio. «E’ necessario ascoltare dai diretti interessati quali possono essere le priorità da dover affrontare - dice Monteverde -. E per questo dobbiamo lavorare».
Domenica, infine, alle 20.00, nella piazza principale di Caposele, è previsto un discorso più analitico, nel corso del quale il candidato a sindaco spiegherà agli abitanti del paese i capisaldi della sua programmazione politica e agli indecisi che la stessa è pensata e scritta con grande amore per la comunità. Non mancheranno, però, frecciate verso la lista avversaria. «Parlerò di alcuni punti importanti del programma - conclude tra i quali l’occupazione. Stiamo avendo ampi consensi anche nel corso del “porta a porta”, spero che sarà una battaglia elettorale serena e senza attacchi personali».
Antonio Emilio Prudente
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 29/03/2008 14.24.24
  Caposele - “Nuovi Orizzonti” prosegue la sua campagna elettorale
 
La nave di “Nuovi Orizzonti” procede a gonfie vele verso la sua meta. La compagine guidata da Gerardo Monteverde sta preparando il rush finale della campagna elettorale. In fase di ultimazione le uscite pubbliche che porteranno lo schieramento verso le elezioni del 13 e 14 aprile.
Gli uomini capitanati dall’ingegnere Monteverde, stanno mettendo a punto le uscite pubbliche che metteranno in moto di fatto la campagna elettorale caposelese 2008. Già è stato organizzato un incontro in contrada Buoninventre per domenica 2 aprile, presso la località Temete. In fase di ultimazione il calendario completo delle uscite, che si concentreranno in ogni caso, come di consueto, maggiormente nell’ultima settimana che precede la due giorni dedicata alle votazioni.
Intanto “Nuovi Orizzonti” registra il grande affetto ed un immenso calore da parte di Caposele e di tantissimi caposelesi, che stanno manifestando grande entusiasmo attorno alla lista che porta i colori dell’arcobaleno. Sempre viva e colma di entusiasmo, di gente che desidera finalmente varcare il confine di orizzonti nuovi, la fresca sezione inaugurata in piazza XXIII Novembre. Massima serenità anche tra i 16 candidati, che stanno procedendo molto compatti verso il 13 e 14 aprile.
(giovedì 27 marzo 2008 alle 16.22)
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 27/03/2008 11.36.57
  25/03/2008
CAPOSELE: SI PRESENTA LO SCHIERAMENTO DI MONTEVERDE
«Risolleveremo un paese spaccato»
Ha scelto il giorno di Pasqua, Gerardo Monteverde (nella foto) per presentare alla comunità di Caposele la sua «Nuovi orizzonti». Ad introdurre i lavori il presidente del circolo «L'arcobaleno», Rodolfo Cozzarelli, dal quale è partita una critica alla scelta degli avversari di disertare i seggi nella competizione dello scorso anno. Una scelta che non solo ha aperto le porte alla gestione commissariale, ma ha anche «spaccato il paese». Tutti i candidati hanno preso la parola e, insieme a loro, anche Michele Notaro e Rocco Russomanno, ex assessori, che hanno motivato la loro scelta di fare un passo indietro rispetto alla questione candidatura, confermando pieno sostegno alla lista di Monteverde. Presenti in sala anche altri due dei non candidati rispetto alla formazione di un anno fa: Rosaria Ceres e l’altro Rocco Russomanno, anch'egli ex assessore. Monteverde, dal canto suo, ha evidenziato la scelta di accettare la sfida della componente più giovane del gruppo: «Abbiamo raccolto l'invito a cambiare il rapporto tra i cittadini e gli amministratori. Per questo, impronteremo la nostra attività su trasparenza, condivisione, lavorando per rimanere tra la gente anche dopo le elezioni, raccogliendo umori, sensazioni ed esigenze dei cittadini». Il candidato di «Nuovi orizzonti» ha, poi, illustrato la prima parte del programma amministrativo. Monteverde, infatti, ha inteso presentare un primo mini-programma, diviso tra Caposele centro, Materdomini e le contrade rurali, riferito solo all'attività del primo anno. Molto spazio alle opere pubbliche, con la realizzazione di un locale da adibire ad attività artistico culturali per i giovani, ma anche la scelta di un ufficio relazioni con il pubblico ed avviare Puc, piano traffico e attivare il Pip.
mi.dl.
 
 
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 22/03/2008 19.54.49
  21/03/2008
CAPOSELE
Tra Farina e Monteverde confronto sul turismo
 
Non c’è solo il turismo, specialmente quello religioso, tra i punti cardine dei programmi elettorali di Pasquale Farina e Gerardo Monteverde, candidati alla carica di sindaco di Caposele. Anzi, per i due aspiranti primo cittadino, quello di creare un maggiore indotto turistico, con nuove opportunità e prospettive per il comune ed i giovani, intorno alla figura di San Gerardo non pare essere l’interesse principale. O meglio, Farina e Monteverde puntano soprattutto alla valorizzazione della risorsa acqua per garantire nuovi introiti alle casse comunali da sfruttare poi per progetti inerenti il turismo. Il candidato di ”Caposele nel cuore” che, durante l’anno di commissariamento, ha organizzato un importante convegno sulla risorsa acqua, oggi punta a «rivedere l'impegno con l’acquedotto Pugliese». Farina ritiene necessaria una rivisitazione del contratto per garantire un maggior ristoro alle casse comunali. Ma non solo. Un’idea del gruppo è, infatti, quella di «aprire ai visitatori le sorgenti dalle quali attinge l'acquedotto Pugliese», per creare un nuovo indotto turistico e occupazionale. Monteverde, dal canto suo, annuncia che «rilanceremo con forza la questione relativa alla risorsa acqua, puntando a sbloccare l’accordo di programma già sottoscritto tra Regione, Provincia, Ato, Autorità di Bacino e comuni di Cassano e Caposele, per ottenere quello che la legge definisce ”ristoro della risorsa o delle mancate opportunità”, già concesso ai comuni della regione Basilicata dai quali la Puglia preleva acqua». Secondo il capolista di ”Nuovi orizzonti”, ”la regione Puglia si è sempre detta disponibile a mettersi intorno ad un tavolo per discutere la questione”.
MICHELE DE LEO
 
 
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 19/03/2008 11.05.42
  Elezioni/ Caposele, domenica “Nuovi orizzonti” in piazza
 
redazione - 19.03.08, 10:29 am
 
“Nuovi Orizzonti” si presenta agli elettori. Domenica prossima (e non questa sera, come inizialmente pensato), nel giorno di Pasqua, la cerimonia, prevista nell’Aula polifunzionale di piazza XXIII novembre, a Caposele.
La lista capeggiata dal candidato al ruolo di primo cittadino, Gerardo Monteverde, ingegnere ed insegnante con una ricca e degna carriera amministrativa alle spalle, farà dunque la sua prima uscita nella giornata della festività pasquale. La presentazione è prevista dunque per le 19.00.
Chiaro lo slogan dello schieramento elettorale: “La forza delle idee per arrivare lontano”.
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 18/03/2008 20.00.02
  Caposele - “Nuovi Orizzonti” si presenta: domenica la prima uscita
 
Caposele - La sorpresa più bella nel grande uovo della Pasqua caposelese. “Nuovi Orizzonti” toglie il velo e si presenta agli elettori. Domenica prossima nel giorno di Pasqua, la cerimonia, prevista nell’Aula polifunzionale di piazza XXIII Novembre, a Caposele. La lista capeggiata dal candidato sindaco Gerardo Monteverde, farà dunque la sua prima uscita in una giornata speciale, quella della festività pasquale. La presentazione è prevista per le ore 20.
 
Tutto è quasi pronto tra i 16 candidati ed il capolista Monteverde. Si limano i dettagli per mettere su un’uscita spumeggiante, ma che, come d’abitudine, si fonderà sulla pacatezza e la moderazione che contraddistingue lo schieramento. Uno schieramento colmo di umiltà, di vicinanza al popolo, quel popolo da cui provengono, fieramente, tutti e 16 i candidati. Una lista che quest’anno muta ancora leggermente nel simbolo e nel nome, passando da “L’Arcobaleno” a “Nuovi Orizzonti”. Scelta dovuta, dopo l’appropriazione dello stesso nome, per le elezioni Politiche, da parte della “Sinistra Arcobaleno”. Cambia anche leggermente il simbolo rispetto all’anno scorso, con una scelta grafica un po’ più complessa. Ma resta intatto il significato, l’arcobaleno, gli orizzonti, il cielo, il mare da salpare. Resta intatto quel progetto di “Nuovi Orizzonti”, colmo di tanta voglia di navigare verso orizzonti inesplorati. Velocemente. Come resta intatto l’affetto di Caposele per una compagine che ha saputo guadagnarsi la sua simpatia dopo averlo saputo risollevare dall’inerzia e la regressione nella quale era piombato agli inizi degli anni ’90. “Nuovi Orizzonti” c’è ancora, con uno slogan preciso: “La forza delle idee per arrivare lontano”. Ancora più lontano.
(martedì 18 marzo 2008 alle 18.21)
 

rispondi al messaggio

da Irpinanews.it
Inviato il 18/03/2008 11.03.03
  Caposele - Farina contro Monteverde per la sfida a sindaco
 
Caposele – Due liste in campo per la poltrona di primo cittadino. Da una parte “Nuovi Orizzonti” con candidato a sindaco Gerardo Monteverde , dall’altra “Caposele nel cuore” con Pasquale Farina.
Dopo un anno di commissariamento si ritorna al voto: un ingegnere contro un medico. Tutto nelle previsioni: con Monteverde, sono candidati, Annibale Castagna, Pietro Cerulo, Francoantonio Cibellis, Antonietta Colatrella, Gerardina D’Alessio, Gaetano Grasso, Raffaele Grasso, Pietro Lavanga, Salvatore Marsico, Lorenzo Melillo, Donato Merola, Giuseppe Russomanno, Giulio Sozio, Ettore Spatola e Vincenzo Zanca .
Con Pasquale Farina, i candidati, Salvatore Casillo, Angelo Ceres, Tommaso Cibellis, Giannino Ciccone, Donatella Cirillo, Raffaele Corona, Salvatore Conforti, Gerardo De Masi, Gerardo Freda, Raffaella Gonnella, Rocco Gaurino, Vito Malanga, Nunzia Mattia, Alfonso Pallante, Alfonsina Rosalia, Salvatore Russomanno
(domenica 16 marzo 2008 alle 11.14)
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 17/03/2008 11.52.48
  16/03/2008
 
Caposele. Una sfida attesa da un anno. Entra nel vivo la campagna elettorale che, dopo dieci mesi di commissariamento, restituirà un’amministrazione comunale a Caposele. Stavolta, il duello tra Monteverde e Farina si giocherà sul campo, tra la gente. Pochi ancora gli indecisi per una sfida in cui le carte, a causa dell’esclusione della lista di Farina dello scorso anno, sono state scoperte in anticipo. Gerardo Monteverde, rispetto all’anno passato, ha provato l’effetto sorpresa, non solo cambiando il nome dello schieramento. «Nuovi orizzonti» è stato preferito ad un arcobaleno che in tempo di election day avrebbe potuto creare confusione e assonanze politiche che poco hanno a che vedere con la civica guidata dall’ex vice sindaco. Monteverde ha sostituito cinque candidati dello schieramento presentato un anno fa: Annibale Castagno, Pietro Malanga, Salvatore Marsico, Giuseppe Russomanno e Giulio Sozio sono entrati al posto dei due omonimi Rocco Russomanno, entrambi esclusi, di Michele Notaro, Maria Rosaria Ceres e Gianni Cetrulo. «Tutti - dichiara Monteverde - hanno fatto un passo indietro per ragioni esclusivamente personali, ma appoggiano la nostra lista e saranno con noi alla presentazione pubblica dello schieramento». «Vedo molto ottimismo intorno a noi - aggiunge il candidato di Nuovi orizzonti - c’è un crescendo di entusiasmo che lascia ben sperare per la vittoria finale». Ha buone sensazioni anche Farina che, rispetto al suo avversario, ha presentato una lista molto simile a quella di un anno fa, a cominciare dal nome «Caposele nel cuore», con la sostituzione, anche qui per motivi personali, di soli due candidati: Salvatore Conforti e Gerardo Di Masi hanno preso il posto Gerardo Sista e Raffaele Spatola. «La speranza - dichiara uno sportivo Farina - è che in quest’elezione vinca soprattutto Caposele. C'è bisogno di sfruttare le risorse per il turismo per rilanciare il paese e creare sviluppo e occupazione».
 
 
 

rispondi al messaggio

info
Inviato il 15/03/2008 15.14.29
  Elezioni Comunali 13-14 aprile 2008
 
Liste
 
NUOVI ORIZZONTI -l’arcobaleno-
 
Candidato a sindaco: GERARDO MONTEVERDE
Annibale Castagno,
Antonietta Colatrella,
Donato Merola,
Ettore Spatola,
Franco Cibellis,
Gaetano Grasso,
Gerardina D'Alessio,
Giulio Sozio,
Giuseppe Russomanno,
Lorenzo Melillo,
Pietro Cetrulo,
Pietro Malanga,
Raffaele Grasso,
Rocco Merola,
Salvatore Marsico,
Vincenzo Zanca.
 
 
CAPOSELE NEL CUORE
 
Candidato a sindaco: PASQUALE FARINA
Alfonsina Rosania,
Alfonso Pallante,
Angelo Ceres,
Donatello Cirillo,
Salvatore Conforti,
Gerardo Di Masi,
Gerardo Freda,
Giannino Ciccone,
Nunzia Mattia,
Raffaele Corona,
Raffaella Gonnella,
Rocco Guarino,
Salvatore Casillo,
Salvatore Russomanno,
Tommaso Cibellis,
Vito Malanga.
 
 
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 11/03/2008 14.34.55
  CAPOSELE
Farina affronta Monteverde per la rivincita un anno dopo
 
 
Gerardo Monteverde e Pasquale Farina limano i dettagli delle liste che presenteranno sabato prossimo. Ma la campagna elettorale è già entrata nel vivo. Del resto, gli schieramenti, nel nome, simbolo, programma e gran parte dei componenti, sono praticamente gli stessi di un anno fa. Monteverde ha deciso di cambiare circa un terzo dei candidati. Farina, invece, ha sostituito solo due componenti della sua lista, Gerardo Sista e Raffaele Spatola. Entrambi hanno deciso di farsi da parte per motivi personali. Una delle due caselle libere è stata colmata con la presenza di Gerardo Di Masi, cognato dell'avvocato Palmieri, ex esponente di opposizione. L'altro nome sarà ufficializzato nei prossimi giorni. Intanto, «Caposele nel cuore» ha ribadito i punti chiave del proprio programma amministrativo. «Puntiamo molto - dichiara il coordinatore, non candidato, del gruppo Salvatore Conforti - sul turismo. Uno dei nostri obiettivi è creare un circuito intorno a San Gerardo che, ogni anno, richiama molti visitatori nel nostro paese, ma anche la possibilità di aprire le sorgenti dalle quali attinge l'acquedotto Pugliese». Nel programma della lista capeggiata da Farina molto spazio è dedicato anche ai servizi per il cittadino. «Ci siamo già attivati - continua Conforti - per l'Adsl e il percorso per l'avvio della raccolta differenziata. Inoltre, abbiamo già ricevuto il parere positivo per la creazione, a Caposele, di una delle porte del parco dei Monti Picentini, che potrebbe rappresentare anche una concreta prospettiva occupazionale e spingeremo con la comunità montana per il completamento e la messa in funzione della struttura sorta alla frazione San Gerardo che, nata per diventare un polo fieristico per l'intera zona, rischia di trasformarsi in una cattedrale nel deserto».
 
MICHELE DE LEO
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 11/03/2008 10.54.24
  Elezioni Caposele ne cuore, Farina: «Presto la presentazione»
 
redazione - 11.03.08, 10:35 am
 
«La mia lista è già completa. Non l’abbiamo ancora presentata solo per un fatto scaramantico. Ma, ormai, siamo pronti a scendere in campo». A parlare è Pasquale Farina, il cardiologo candidato a sindaco della compagine “Caposele nel Cuore”. «La squadra sarà composta da sedici persone, di cui diversi giovani. Una lista con l’età media molto bassa e molti volti nuovi della politica locale, tra i quali alcuni elementi delle contrade. Nei prossimi giorni presenteremo ufficialmente tutti i candidati nella piazza principale del paese. Mi auguro che sia una campagna elettorale equilibrata, basata solo ed esclusivamente sui programmi politici e senza entrare nei personalismi. Il nostro progetto sarà basato su tre punti: occupazione giovanile, per cercare di fermare l’emigrazione, valorizzazione dei prodotti tipici locali e sfruttamento delle risorse ambientali ai fini turistici. “Caposele nel Cuore” batte forte. Stiamo avendo ampi consensi e sono molto fiducioso. D’altra parte le persone che stiamo ascoltando sembrano aver capito quali sono i nostri obiettivi e quale sarà l’impegno con il quale ci muoveremo sul territorio…».
(Antonio Emilio Prudente)
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 07/03/2008 10.40.39
  Elezioni Caposele. Ecco i primi 10 nomi de “L’Arcobaleno”
 
redazione - 06.03.08, 4:04 pm
 
«“L’Arcobaleno” è pronto a regalare colori nuovi alla comunità di Caposele». Gerardo Monteverde, il professore prestato alla politica, candidato a sindaco della lista civica che affronterà la compagine (“Caposele nel Cuore”) di Pasquale Farina, è entusiasta e carico di energie. Il suo progetto elettorale complessivo sta andando avanti senza problemi e senza ostacoli. E presto i suoi compagni di viaggio saranno presentati pubblicamente.
«La mia lista sarà composta da 15 candidati - afferma Monteverde -. Ho scelto gli elementi di questo schieramento tra le varie componenti sociali di Caposele, inserendo molti giovani. Sarà una lista civica e si chiamerà “L’Arcobaleno”…».
Queste le certezze del professore che anticipa anche i nomi di dieci dei suoi candidati in lista: «Mancano solo cinque elementi - continua - per completare la compagine. I loro nomi li ufficializzerò solo poco prima della presentazione delle candidature. Gli altri, di cui già si parla molto in paese, sono: Ettore Spatola, Lorenzo Melillo, Vincenzo Zanca, Rocco Merola, Donato Merola, Antonietta Colatrella, Gerardina D’Alessio, Valentino Grasso, Raffaele Grasso, Franco Cibellis».
Monteverde, poi, illustra anche quali saranno gli obiettivi del suo programma e non nasconde il tipo di strategia e di impegno profuso in questi giorni. «Sto girando - spiega - per tutte le case di Caposele e Materdomini per illustrare il mio progetto e, contemporaneamente, ascoltare le istanze della comunità. Solo così potrò creare un certo feeling con la gente e far comprendere ciò che voglio fare, registrando anche quelle che sono le loro necessità. Molte, infatti, sono state le lamentele e i problemi che mi hanno riportato nel corso di queste prime “visite a domicilio”. Tante situazioni diverse e tutte importanti che, se dovessimo vincere, saranno affrontate e risolte… Mi sento tranquillo, sono convinto di avere un forte consenso a Caposele perché il programma elettorale che vogliamo portare avanti è basato su cose reali: priorità al turismo religioso e a quello legato all’ambiente e all’enogastronomia. E’ questa una fonte di reddito che può diventare fondamentale per Caposele. Così come sarà importante valorizzare i prodotti tipici locali, l’artigianato del posto, migliorare la qualità della vita e rispondere alle esigenze dei giovani. Un occhio di riguardo, poi, sarà rivolto all’occupazione, allo sviluppo e ai nuovi insediamenti produttivi».
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 04/03/2008 11.29.24
  Elezioni/ Caposele nel cuore presenta Farina candidato a sindaco
 
redazione - 04.03.08, 10:47 am
 
Pasquale Farina si candida ufficialmente al ruolo di sindaco con la lista “Caposele nel Cuore”. Una compagine civica che sarà contraddistinta, appunto, dal simbolo che porta nel nome. L’annuncio è venuto domenica sera, al termino di un incontro svoltosi nell’aula polifunzionale del comune altirpino.
Fra qualche giorno, intanto, si scioglieranno le riserve sui membri della squadra, nelle cui fila, sembra, siano stati confermati molti elementi del vecchio gruppo.
Farina ha colto l’occasione per presentare alcune iniziative previste durante la campagna elettorale e parlare del suo programma. Tra i punti previsti il potenziamento dell’acquedotto pugliese, il nuovo puc, la valorizzazione del pip, l’ingresso in un circuito nazionale per il turismo religioso, politiche giovanili, occupazione, ambiente e anziani.
«Da oltre un anno e mezzo - ha dichiarato l’aspirante primo cittadino - sto lavorando a questa lista, spero che la comunità colga il messaggio insito nel nostro progetto. Il mio auspicio, inoltre, è che la campagna elettorale sia serena e basata sui problemi e gli argomenti politici… Il nostro sarà un cuore che batte per l’amata comunità di Caposele».
Prima di lasciare la parola al candidato a sindaco di “Caposele nel Cuore”, un ampio momento dedicato ad alcune importanti novità per il comune altirpino. Tra gli annunci, quello del collegamento veloce ad internet. D’altra parte il tema dell’incontro, “Un impegno concreto per lo sviluppo del nostro paese: le iniziative di Caposele nel cuore”, ben si sposava con ciò che era stato fatto per il paese negli ultimi tempi. E con la scelta, ben illustrata dal presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto, Nicola Di Iorio, di designare Caposele come “Porta del Parco” dei Monti Picentini.
Dopo il primo intervento di Angelo Ceres, che ha parlato di questa grande opportunità data al comune, c’è stato l’intervento di Alfonso Pallante, che ha spiegato i vantaggi del nuovo collegamento ad internet veloce, già disponibile sul territorio e l’importanza di tale tecnologia per la realizzazione dei progetti della Porta del Parco. Poi, continuando a rimarcare l’importanza dell’informatizzazione, Donatello Cirillo ha presentato il sito web di “Caposele nel Cuore”.
Infine, Nunzia Mattia ha illustrato l’iniziativa “DifferenziAMO CAPOSELE”, con la quale il circolo ha voluto fortemente spronare i cittadini ad impegnarsi nella raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani.
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 03/03/2008 10.46.48
  Caposele. Una sfida annunciata.
 
L'appuntamento elettorale qui vedrà di fronte due liste: «Caposele nel cuore», guidata da Pasquale Farina e «L'arcobaleno» di Gerardo Monteverde. Il medesimo scenario che si era profilato lo scorso maggio, quando l'esclusione della lista di Farina per eccesso di firme di presentazione e il mancato raggiungimento del quorum portarono al commissariamento del comune. Rispetto a dieci mesi fa sembrano destinati a cambiare solo i nomi di alcuni dei candidati delle due liste. E, nonostante i giochi sembrano ormai fatti, i due candidati alla carica di Sindaco fanno ancora pretattica. Entrambi continuano a vagliare nuove candidature per cercare di rosicchiare qualche manciata di voti agli avversari. «Cambieremo - spiega Monteverde - almeno quattro o cinque candidati rispetto allo schieramento che ha corso da solo alle elezioni dello scorso maggio». Già confermati, ne «L'arcobaleno», il figlio del compianto ex sindaco Melillo (di cui Monteverde era vice, ndr), Lorenzo, Raffaele e Gaetano Grasso, Ettore Spatola, Vincenzo Zanca, Gerardina D'Alessio e Antonietta Colatrella. Monteverde, che nel maggio scorso aveva chiesto di trovare un accordo per una gestione comune che evitasse il commissariamento, dopo dieci mesi «senza una guida politica» (il comune altirpino è stato gestito dai Prefetti Amabile prima e La Montagna poi), ritiene che il gruppo che prevarrà alla prossima consultazione debba «riprendere daccapo numerose questioni, cercando di recuperare il terreno che gioco forza una gestione commissariale fa perdere».
29.02.2008
 
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 26/02/2008 10.14.05
  Elezioni/ Monteverde e Farina, si apre la sfida
redazione - 26.02.08, 10:07 am
 
Gerardo Monteverde contro Pasquale Farina. E’ questo lo scontro elettorale che si profila a Caposele per le prossime elezioni comunali. Salvo sorprese dell’ultimo momento, infatti, nel paesino altirpino saranno due le liste che scenderanno in campo per contendersi la gestione dell’amministrazione.
Da una parte, dunque, il candidato a primo cittadino Monteverde, vicesindaco uscente, guida della compagine “Arcobaleno”, e dall’altra Farina, consigliere comunale nella penultima consiliatura, e uomo di punta del Pd. Saranno loro a dover far dimenticare la lunga gestione commissariale del Comune, affidata al vice prefetto Mario La Montagna, a causa dell’invalidazione delle liste presentate alle ultime consultazioni.
Queste le premesse di una competizione elettorale che è già entrata nel vivo. Entrambi gli schieramenti, infatti, si stanno muovendo in maniera frenetica. Cercando di compiere rapidamente tutti i passi necessari per presentarsi preparati all’inizio della campagna elettorale.
Completa la compagine “Arcobaleno”, che di recente ha visto l’innesto di tre donne e alcuni giovani. L’obiettivo dichiarato è quello di creare una squadra nuova e competitiva. Con membri anche alla prima esperienza ma portatori di idee innovative e concretamente legate alla soluzione di problemi quotidiani.
Ufficialmente, però, i nomi saranno resi pubblici a giorni, in occasione della presentazione dello schieramento ai cittadini. Anche il programma, poi, risulta già ben dettagliato e articolato, toccando tanti aspetti e tutti i settori della vita di una comunità: «Stiamo girando le contrade di Caposele e Materdomini - afferma Monteverde - e il centro urbano del paese. Vogliamo essere vicini ai problemi di tutti, ascoltare le esigenze della collettività per comprendere quali possono essere le soluzioni da proporre. In questo “tour” stiamo trovando grande accoglienza ed entusiasmo…».
Un capitolo a parte merita il settore turistico, vero pilastro del progetto dell’Arcobaleno. «Portare Materdomini nei circuiti turistici nazionali - spiega Monteverde - è uno dei nostri principali traguardi. Così come valorizzare le nostre risorse, sia a livello di commercio sia di artigianato, e tutelare il patrimonio ambientale. Aumentare la qualità della vita, poi, significa migliorare i servizi e la condizione sociale della terza età. Sistemare le strade rurali e realizzare infrastrutture e spazi ricettivi… Speriamo che questa che ci accingiamo a vivere sia una competizione elettorale serena e corretta. Da parte mia, sarò a disposizione di tutta la comunità, perché l’amministrazione comunale dovrà essere sempre trasparente e colloquiare con i cittadini».
 

rispondi al messaggio

da Ottopagine.it
Inviato il 22/02/2008 12.01.42
  Elezioni/ Caposele: la sfida è tra Farina e Monteverde
redazione - 22.02.08, 10:41 am
 
La campagna elettorale nel comune di Caposele è entrata nel vivo già da tempo. In realtà da quando, alle scorse elezioni, una lista fu esclusa dalla competizione elettorale e l’altra non raggiunse il quorum.
Anche se ufficialmente gli schieramenti non hanno ancora individuato definitivamente i componenti delle compagini che andranno a sfidarsi il 13 e 14 aprile, oltre alle due liste certe, si profila la possibilità di una terza lista; rispetto alla quale, però, c’è il massimo riserbo sui nomi.
Le due liste quasi certe sono quella capeggiata da Pasquale Farina “Caposele nel Cuore” che sembrerebbe già completa (qualora le presenze della vecchia compagine dovessero essere confermate) e quella dell’ex sindaco, Gerardo Monteverde “L’Arcobaleno”.
Si cercano ancora altre alleanze per ottenere più consensi, ma non si esclude che questi possano confluire in una terza lista. La prossima settimana potrebbero delinearsi nuovi scenari anche alla luce della disponibilità annunciata da Farina a dialogare con i componenti dell’altra lista (la seconda) per discutere di larghe intese.
Antonio Emilio Prudente
 

rispondi al messaggio

nic.m.
Inviato il 14/02/2008 11.47.19
  DOTT. FARINA E ING. MONTEVERDE SVEGLIATEVI CAPOSELE DEVE PROVARE AD USCIRE DALLE SABBIE MOBILI IN CUI E' FINITO LE OPERE E I PROGETTI DA REALIZZARE SONO TANTI SE AVETE LA VOGLIA,IL DESIDERIO , LA PASSIONE, LA COMPETENZA COSTITUITE LA LISTA E CONFRONTATEVI PACIFICAMENTE SUI PROGRAMMI PER CAPOSELE ALTRIMENTI FATEVI DA PARTE PERCHE' NON E' PIU' POSSIBILE CONTINUARE SU QUESTA STRADA!!LA VERA POLITICA NON E' SCONTRO,ODIO,BUGIE MA IDEE NUOVE.RISPONDETE COSI' CI CONFRONTIAMO.

rispondi al messaggio

NIC.M
Inviato il 09/02/2008 11.32.29
  IL 14 FEBBR.SE VERRA' CONFERMATA L' IDEA DI ACCOPPIARE LE AMMINISTRATIVE CON LE POLITICHE NAZIONALI PER GLI AMICI DEL CUORE LA SONORA SCONFITTA SI AVVICINA CON IL COMMISSARIO SI E' BLOCCATO TUTTO E LA GENTE NE HA LE SCATOLE PIENE.TUTTE LE OPERE PIU' IMPORTANTI SI SONO FERMATE GRAZIE AL VOSTRO MODO DI OPERARE E INTENDERE.IL POPOLO DI CAPOSELE VI CONDANNERA'ALL' ENNESIMA SCONFITTA.

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 27/01/2008 18.06.32
  Caposele.
 
Nei piccoli comuni della provincia si fa a gara, a differenza del capoluogo irpino, per impegnarsi nel decollo della raccolta differenziata. Molto spesso, al di là delle amministrazioni, sono associazioni e circoli di varia estrazione politica a mobilitarsi. È il caso di Caposele, comune attualmente in regime commissariale, dove il Circolo «Caposele nel Cuore» fa decollare oggi un'iniziativa per la promozione della raccolta differenziata. L'iniziativa ha lo scopo di rendere più semplice al cittadino la differenziazione dei rifiuti attraverso una scheda che sarà distribuita a tutte famiglie. Il formato della scheda/quadro consente di avere sempre a portata di mano le indicazioni dettagliate su come differenziare i rifiuti a seconda della loro tipologia. Essa sarà accompagnata da una lettera nella quale il Presidente del Circolo, Pasquale Farina, invita i cittadini ad impegnarsi ancora di più nella raccolta differenziata, con lo slogan: «Differenziamo Caposele». «Possiamo fare la differenza - ha affermato l'ingegnere Raffaella Gonnella, parte attiva del circolo - questa scheda che verrà distribuita è corredata da un calendario e spiega i materiali da conferire nei vari eco-punti».
26.01.2008

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 27/01/2008 18.04.32
  Caposele - Pronta una scheda per sensibilizzare alla differenziata
 
Il Circolo di “Caposele nel Cuore” parte domani con un’iniziativa per la promozione della raccolta differenziata. L’iniziativa ha lo scopo di rendere più semplice al cittadino la differenziazione dei rifiuti attraverso una scheda che sarà distribuita a tutte famiglie. Il formato della scheda/quadro consente di avere sempre a portata di mano le indicazioni dettagliate su come differenziare i rifiuti a seconda della loro tipologia. Essa sarà accompagnata da una lettera nella quale il Presidente del Circolo, Pasquale Farina, invita i cittadini ad impegnarsi ancora di più nella raccolta differenziata, con lo slogan: differenzi-Amo Caposele!
Questa iniziativa è una delle tante già messe in essere dal Circolo di Caposele nel Cuore, a cui seguiranno altre, allo scopo di affiancare i cittadini e di affrontare i problemi della comunità di Caposele. “Caposele può fare la differenza - ha affermato Raffaella Gonnella, parte attiva del circolo – questa scheda che verrà distribuita è corredata da un calendario e spiega i materiali da conferire nei vari eco-punti, dalla carte alla plastica, dal vetro all'alluminio senza dimenticare l'umido i materiali ingombranti e i rifiuti urbani pericolosi quali farmaci e pile”.
(sabato 26 gennaio 2008 alle 17.09)
 

rispondi al messaggio

dal sito Corriereirpinia.it
Inviato il 24/01/2008 11.19.36
  Caposele, Farina lancia la volata: puntiamo tutto sui nostri giovani
 
«I giovani saranno il punto di forza della nostra squadra e del nostro programma».
 
Il leader e futuro candidato sindaco di “Caposele nel Cuore” Pasquale Farina segna il percorso verso le amministrative lanciando un messaggio preciso: protagonisti nella lista saranno le nuove leve, le nuove generazioni del paese e allo sviluppo delle politiche giovanili sarà destinata una parte importante del programma elettorale.
 
«Il sogno, confessa Farina, è quello di far ritornare in paese anche i tanti ragazzi che sono stati costretti a lasciare Caposele per la mancanza di lavoro. Per questo stiamo predispondendo un piano di sviluppo del paese tutto incentrato sulla valorizzazione delle risorse locali, a partire dal turismo a Materdomini e dalla sua organizzazione allo sfruttamento delle acque e delle sorgenti».
 
Farina guarda al passato e rileva tutta una serie di difficoltà che il paese attraversa oggi e che invece fino a qualche decennio fa era lontane. «La piccola industria è venuta meno - spiega Farina - e lo sviluppo è andato regredendo con il trascorrere degli anni, molte attività sono scomparse». E nel programma che Farina presenterà agli elettori, priorità sarà conferita anche al confronto aperto con la cittadinanza su come concretizzare il rilancio di un percorso di crescita del territorio comunale.
“Caposele nel Cuore”, intanto, si riunisce ogni domenica nella sede del movimento situata sul corso cittadino. «La squadra è affiatata e sarà la stessa anche alle prossime elezioni, mi va bene e non vedo esigenze si attuare modifiche - incalza Farina - con le altre forze politiche certamente c’è rispetto ma non parlo di avvicinamenti».
 
Su Alleanza Nazionale è netto: «An si è allontanata dalla lista di Monteverde, noto che fa diverse iniziative per Caposele e il suo sviluppo, iniziative che condividiamo e a cui prendiamo parte con piacere».
Insomma «lavoriamo separatamente ma tutti con un unico obiettivo: il bene del paese».
 
Sul fronte del Partito Democratico, di cui Farina è uno degli esponenti più autorevoli, il candidato sindaco di “Caposele nel Cuore” spiega che l’organizzazione del partito in paese è connessa alle direttive che impartiranno da qui a breve i vertici provinciali. «A Caposele il Pd ha diversi riferimenti e siamo pronti a dare luogo una forza di spessore e protagonista nella vita politica cittadina».
 
 

rispondi al messaggio

NIC M.
Inviato il 21/12/2007 12.47.02
  NON E' PROPRIO COSI' L' AMMINISTRAZIONE MELILLO E' STATA L' UNICA A REALIZZARE OPERE IMPORTANTI PER IL PAESE, VEDI IL PARCO FLUVIALE, POLO SCOLASTICO,URBANIZZAZIONI,SPOGLIATOI ALLO STADIO PALMENTA,MUSEO DELLE ACQUE IN PIAZZA SANITA'( PARCO E PNTE TREDOGGE ANCORA BLOCCATI GRAZIE ALLA VOSTRA POLITICA),IO NON HO MAI RICEVUTO ALCUN AIUTO DA NESSUNO MA SONO OBIETTIVO,COMUNQUE C'E' ANCORA DA FARE MOLTO SPERIAMO CHE CHI VINCE RIESCE FINALMENTE A PENSARE IN MODO CONCRETO.PARTECIPATIVO ALLE PERSONE DI CAPOSELE CON LA REALIZZAZIONE DI NUOVE OPERE CHE CONTRIBUISCANO A RISOLLEVARE QUESTO PAESE CHE ORMAI VIVE DUE-TRE MESI L' ANNO.

rispondi al messaggio

un altro cittadino
Inviato il 20/12/2007 14.18.05
  caro nicola a caposele hanno fallito tutte le amministrazioni, stretta di mano, sveglia, melillo, monteverde, forse perché tutti si fanno solo i fatti loro e dei loro familiari, come mai sei così preso, hai forse degli interessi anche tu? o ti hanno promesso qualche cosa?

rispondi al messaggio

UN CITTADINO
Inviato il 20/12/2007 12.30.20
  COME MAI NON AVETE ACCETTATO IL COMPROMESSO CHE VI AVEVA OFFERTO L' ING.MONTEVERDE LA POLITICA DI CAPOSELE NEL CUORE E' SOLO PROTAGONISMO,INTERESSI PERSONALI FALSITA' E BUGIE.CARI AMICI DEL CUORE A VOI DI CAPOSELE NON VE NE FREGA NIENTE VOI SIETE LA FACCIA DEL REGRESSO NON DEL PROGRESSO IN 10 ANNI DI VOSTRA AMMINISTRAZIONE AVETE INFANGATO IL NOME DI CAPOSELE E LO AVETE RESO UN PAESE CHIUSO,OBSOLETO,SENZA UN FUTURO PER I GIOVANI E TUTTI I PICCOLI COMMERCIANTI.FATEVI DA PARTE PERCHE' LA VERA POLITICA E' DISCUSSIONE,IDEE NUOVE,PROGETTI CONCRETI,NON RIUNIONI SEGRETE NELLA VOSTRA SEZ. PER DISCUTERE CHISSA' COSA!!MEDITATE!!!

rispondi al messaggio

da CorriereIrpinia.it
Inviato il 17/12/2007 13.04.52
  Risorsa acqua, An a Caposele: si decide con il concorso di tutti
 
«Nelle decisioni assunte a livello amministrativo, la gente di Caposele continua a non essere coinvolta.
Stiamo parlando di una risorsa troppo importante per questo paese, l'acqua, e qualsiasi decisione adottata non può essere tenuta nascosta alla cittadinanza. An procederà a campagne informative diffuse su tutto il territorio comunale per rendere palesi ai caposelesi queste situazioni. Campagne informative che presto amplieremo a numerose altre problematiche del paese».
Così Pietro Cetrulo, presidente del circolo "Tatarella" di An rilancia la questione acque. Il partito ha provveduto ad affiggere lungo le cantonate del paese manifesti pubblici nei quali comunica alla cittadinanza ed agli organi competenti di vigilanza «che si sta attuando una grave prevaricazione della volontà popolare e della democrazia.
Lunedì prossimo è previsto un incontro a Bari tra l'avvocato Mauriello e l'A.Q.P. legale nominato a suo tempo dall'Amministrazione Arcobaleno, in merito alla ridefinizione della convenzione tra le parti. ( Chi sapeva e sa di questo incontro così importante?)». An ritiene che in assenza di un committente legittimato dal popolo, «una trattativa di tale importanza, dovrebbe essere interrotta sino alla elezione di una nuova amministrazione che sappia interpretare le aspettative centenarie di una popolazione». Il partito, ritiene altresì, «che la strada legale intrapresa per le rivendicazioni di un ristoro economico per il prelievo della risorsa idrica sia una scelta sbagliata, in quanto il Comune di Conza della Campania senza l'ausilio di legali è riuscita a strappare un accordo con l'A.Q.P. con più vantaggi economici rispetto a quelli ottenuti da Caposele negli anni passati». Da tutto ciò An trae le seguenti considerazioni: «Le passate Amministrazioni non hanno saputo trovare la strada giusta per ottenere quello che ci spetta, forse per motivi di incompetenza politica? O perché…? Oppure il mancato supporto tecnico-politico dei partiti che avrebbe sicuramente aiutato come nel caso di Conza?». E ancora: «Come mai nel convegno promosso dalla lista Arcobaleno, nel quale si è parlato dell'ultima convenzione con l'A.Q.P. non si è ritenuto discutere delle richieste future che avrebbe avanzato l'avv. W. Mauriello, a nome della passata Amministrazione? A chi riferirà l'avv. Mauriello dell'andamento delle trattative»? Infine, An invita il Commissario Prefettizio La Montagna, a voler revocare il mandato all’avvocato in nome e nel rispetto della popolazione. «Invitiamo tutti i cittadini, i partiti e associazioni ad unirsi alla protesta, affinché le decisioni ritornino ai cittadini e non a qualche avvocato, funzionario o altri personaggi dietro le quinte». 17/12/2007
 
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 25/10/2007 11.54.15
  Pavoncelli bis, deciderà la Corte di Cassazione
 
La Regione Puglia affiancherà il commissario straordinario Roberto Sabatelli nel ricorso in Cassazione per sbloccare i lavori alla galleria Pavoncelli bis, il tratto iniziale dell’Acquedotto del Sele, lavori bloccati a fine luglio da una sentenza del Tribunale Superiore delle Acque. La notizia compare sul quotidiano pugliese “Gazzetta del Mezzogiorno”. «Il raddoppio della Pavoncelli - ribadisce l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Onofrio Introna - è un’infrastruttura strategicamente importante per la Puglia, per cui ci auguriamo adeguata sensibilità da parte degli organi giudicanti: questi ritardi potrebbero costarci tantissimo».
La portata della galleria Pavoncelli, a causa numerosi crolli innescati dal terremoto in Irpinia nel 1980, si è ridotta dagli originali 4600 litri/secondo a circa la metà.
Il progetto di raddoppio della galleria (la cosidetta Pavoncelli bis) risale al 1988: la gara d’appalto è stata vinta dall’Ati composta da Condotte, Dec, Faver, ma è stata annullata dopo il ricorso dell’ente Parco dei Monti Picentini e dell’Autorità di Bacino “Calore Irpino” che sovrintende le risorse idriche del fiume Sele.
L’altro ieri la giunta regionale ha approvato la delibera con cui, entro metà del mese prossimo, la Regione si costruirà presso le sezioni unite della Cassazione a sostegno del commissario straordinario. Che a fine settembre, in un documento inviato all’avvocatura generale dello Stato, ha confutato i contenuti della sentenza 123/2007 del Tsap ritenendola «emessa in violazione e falsa applicazione di norme di diritto, incompetenza ed eccesso di potere, nonchè insufficiente e contraddittoria motivazione».
L’importanza della Pavoncelli per la Puglia è stata chiarita dal progettista, l’ingegner Vincenzo Cotecchia, all’indomani dello stop dei lavori: «Quando il crollo della Pavoncelli sarà completo, e prima o poi lo sarà, dal Sele non arriverà più nemmeno un goccio d’acqua. Rischieremo di trovarci nella stessa situazione del 1980, dopo il terremoto in Irpinia: allora lo Stato spese qualcosa come 1000 miliardi di lire».
La Regione ha tentato di attivare anche contatti politici con i vicini campani, ma le sollecitazioni di Ventola e Bassolino non hanno avuto effetti. Si lavora, però, sull’accordo di Programma con la Campania che, sulla scorta di quello stipulato con la Basilicata, impegnerà la Puglia a riconoscere una cifra (si parla di 13 milioni l’anno) per l’uso dell’acqua del Sele.
«Ci risulta - dice l’assessore Introna - che il ministero dell’Ambiente sia vicino a convocare il tavolo tecnico con le Infrastrutture e le Regioni che porterà alla stipula dell’accordo». Sarà un passo fondamentale per la distensione tra le parti
 
25.10.2007

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 08/10/2007 10.31.33
  Caposele
 
Una risorsa senza colore politico, ma che bisogna salvaguardare e per la quale tutti i governi sono chiamati a fare la loro parte in termini di programmazione ed investimenti.
Gianni Alemanno, ex ministro dell’agricoltura è intervenuto a Caposele, al convegno sulle risorse idriche organizzato dal circolo di Alleanza Nazionale puntualizzando alcuni aspetti per la gestione dell’acqua: «Occorre cambiare la filosofia di utilizzo della risorsa e il principio degli investimenti. Non servono grandi infrastrutture, ma occorre investire proprio sull’acqua. Evitare, prima di tutto – ha spiegato Alemanno – che il contenzioso per l’acqua veda protagoniste le regioni, l’uno contro l’altro armate. Deve essere lo Stato, il Governo, a recuperare la capacità di intervento sulla gestione delle risorse idriche. Questo non avverrà certo con il Governo Prodi, che ha cancellato il capitolo Mezzogiorno, dall’agenda degli impegni». Anche l’onorevole Giulia Cosenza ha evidenziato l’impegno di An a difesa dell’acqua irpina: «Ho presentato diverse interrogazioni parlamentari, ritenendo che sia necessario attuare un ristoro economico per i comuni dove si trovano le sorgenti, occorrono maggiori investimenti per la tutela del territorio, perché quella idrica si profila come la vera emergenza dei prossimi anni. La cattiva gestione delle falde acquifere è uno dei problemi principali che bisogna contrastare». Fari puntati anche sulla galleria Pavoncelli. «Prendo atto delle parole dell’assessore Nocera – ha dichiarato il consigliere regionale Franco D’Ercole – che afferma che non porterà un litro di acqua in più alla Puglia, del resto già lo sapevamo perché il progetto è stato realizzato per risolvere le compromissioni strutturali della vecchia galleria. Ora rimangono da riformare gli Ato, che non funzionano».
bo.am. 06/10/2007
 
 
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 03/10/2007 15.48.16
  RISORSE IDRICHE
Venerdì a Caposele dibattito con Alemanno
 
Grandi manovre anche nel centrodestra. Alleanza Nazionale ha riunito l'esecutivo provinciale, presieduto dall’onorevole Giulia Cosenza, a cui hanno preso parte Franco D'Ercole, capogruppo alla Regione e Giuseppe Ragucci, membro dell'Assemblea nazionale di An. Il direttivo ha definito i dettagli organizzativi dei due appuntamenti che attendono la federazione. Il primo è in programma il 5 ottobre a Caposele, dove si parlerà del problema delle risorse idriche dal punto di vista tecnico e giuridico. Un appuntamento organizzato con la collaborazione del presidente del circolo Pietro Cerulo, a cui parteciperà l'onorevole Gianni Alemanno. La federazione è impegnata, inoltre, nella preparazione della trasferta romana del 13 ottobre, per la manifestazione promossa da Gianfranco Fini contro le tasse e per la legalità. «Sarà una grande manifestazione popolare - afferma l'onorevole Cosenza - attraverso cui intendiamo rilanciare una nostra piattaforma di proposte per contrastare l'illegalità, la criminalità causata dall'immigrazione, e per dare un forte segnale al governo Prodi».
 
 
 

rispondi al messaggio

da CorriereIrpinia.it
Inviato il 27/09/2007 10.00.41
  Il Cuore: ai nostri convegni invitiamo anche l’Arcobaleno
 
CAPOSELE - «Ci chiedono di confrontarci sui problemi reali del paese. Beh, ai nostri convegni che andremo a promuovere di qui in avanti, sul modello di quello di domenica sulle acque, invitiamo a partecipare tutti i cittadini e quindi pure Monteverde e gli esponenti dell’Arcobaleno. Sono ben accetti i suggerimenti di tutti. Il nostro obiettivo è soo quello di analizzare al meglio le problematiche di Caposele e fornire una risposta concreta ad esse. Con l’apporto di tutti è meglio ancora».
 
Vito Malanga, ex assessore ai lavori pubblici e candidato con la lista “Caposele nel Cuore” di Pasquale Farina illustra la linea programmatica che il suo schieramento terrà in vista delle prossime elezioni amministrative del 2008.
 
A Caposele, di fatto, la campagna elettorale è già ben avviata e la compagine di Pasquale Farina non intende indirizzarle sulla polemiche ma incentrarla sul confronto con la più larga fetta di cittadinanza anche se di orientamento politico contrapposto.
«Nelle prossime settimane . spiega Malanga - effettueremo altri incontri su rifiuti, Puc, situazione turistica e commerciale del paese. Siamo davvero soddisfatti - prosegue l’esponente di Caposele nel Cuore - per la riuscita dell’appuntamento di domenica. Si è tracciato un quadro molto chiaro della situazione in cui riversa il Comune di Caposele rispetto alla problematica delle acque, analizzando uno spaccato di fatti che si estende dalla Pavoncelli bis, i cui lavori sono stati sospesi con l’annullamento della gara d'appalto da parte del Tribunale Superiore delle acque, ai mancati adempimenti contrattuali dell’Acquedotto Pugliese rispetto agli accordi stabiliti nelle Convenzioni del 1970 e 1999, in particolar modo in riferimento alla sistemazione di piazza Sanità mai avvenuta e alla costituzione di una centrale elettrica a Caposele».
 
Malanga sottolinea due dati. Il primo, la folta partecipazione di cittadini caposelesi che hanno affollato la sala polivalente. «Si sono meravigliati sia l’onorevole Giusto, sia il presidente del Parco Aquino che hanno evidenziato il notevole coinvolgimento della cittadinanza sulla questione». Il secondo dato si riferisce alla puntuale analisi tracciata dai giovani del “Cuore” «che hanno esposto con estrema precisione, attraverso tutta una serie di relazioni, l’evoluzione della storia tra Caposele e l’Acquedotto Pugliese, lo stato della galleria Pavoncelli e dei prelievi alle sorgenti. Un lavoro davvero eccezionale - conclude Malanga - a testimoniare che la classe dirigente che presenta l’Arcobaleno è di spessore e crede nello sviluppo sostenibile del paese».
 

rispondi al messaggio

Antonio
Inviato il 22/08/2007 11.40.24
  Pur essendo stato sostanzialmente neutrale durante la scorsa campagna elettorale, avendo le idee chiare sull'andare o non andare a votere, io sono andato, leggendo il periodico LA SORGENTE mi devo ricredere su alcuni atteggiamenti di finta moderazione e di finta opportunità politica di alcuni componenti dell'arcobaleno. Leggo: "Pur coscienti del loro diritto al voto, molti cittadini hanno scambiato sensibilità poste al servizio del dolore e della sofferenza con obblighi a scadenza, molti altri si son fatti intimorire dalla sola assillante presenza di chi ha nelle mani le sorti della loro salute. Allora si che l'atteggiamento di chi opera nelle varie strutture pubbliche si risolve in una dittatura di fatto, un pre-potere attuariale frutto di una organizzazione politicizzata, non educata e tanto meno educativa!..."
Di fronte a tanto, compresi gli attacchi personali come si legge più avanti nello stesso articolo, non posso che sprimere forte rammarico rispetto a questo linguaggio duro che inasprisce gli animi. Parlo di falso opportunismo politico perchè nelle due precedenti elezioni nessuno dei candidati della lista in contrapposizione all'arcobaleno ha usato questo terribile linguaggio, eppure i ruoli erano invertiti!!! Arroganza e sete di potere.
Di una cosa sono sicuro se in fondo credevo che andando a votare avrei avvantaggiato l'arcobaleno, il prossimo anno andrò a votare con la consapevolezza di non votarli.
Incommentabili sono altri discorsi pro-arcobaleno...
 

rispondi al messaggio

da Corriere Irpinia
Inviato il 06/07/2007 10.59.24
  Statale 165, la Regione stanzia il finanziamento. Soddisfatto Malanga
 
CAPOSELE - «I primi giorni a Caposele del dottor Amabile hanno confermato quanto da me dichiarato nell’anomala campagna elettorale tenutasi nel mese di maggio dove, anche sulla scorta di esperienze personali, ho affermato che una gestione commissariale non rappresentava nessun dramma per il paese in quanto nulla si sarebbe fermato e sicuramente il funzionario incaricato sarebbe stato il garante per il rispetto della legalità da parte di tutti i cittadini».
 
Vito Malanga, ex assessore ai lavori pubblici del Comune di Caposele apprezza le prime mosse del Commissario Prefettizio alla guida del paese da poco più di trenta giorni. «Alle accuse degli avversari - dice Malanga riferendosi agli esponenti dell’Arcobaleno di Gerardo Monteverde - sul fatto che il Commissario avrebbe bloccato tutto, aumentato le tasse e tutte le altre fandonie raccontate, oggi si deve prendere atto e anche gli avversari devono prenderne coscienza che, dopo aver effettuato le nomine dei responsabili di servizio, il dottor Amabile, insieme ai funzionari incaricati, ha portato avanti tutte le opere in corso, ha completato l’iter amministrativo per la stipula del contratto dei lavori di risanamento a valle della strada provinciale 165».
Si tratta di un impegno economico pari a 2milioni e 500mila euro che consentiranno il risanamento di una vasta area (dallo svincolo della superstrada all’autocarrozzeria “Sozio”).
«Ha finalmente ottenuto l’apertura - aggiunge ancora l’ex assessore - la discarica dei rifiuti ingombranti in località Petrito, fruibile ai cittadini per tre giorni alla settimana, sulla quale il consorzio Av 2 ha sempre tergiversato. Personalmente e a nome del circolo “Caposele nel Cuore - conclude - devo complimentarmi per l’operato del Commissario in questo primo periodo ed augurargli buon lavoro per il futuro, facendo altresì presente che, per quanto possibile e per qualsiasi supporto anche di natura politica, il nostro gruppo è a disposizione».
06/07/2007
 

rispondi al messaggio

da CorriereIrpinia.it
Inviato il 22/06/2007 10.32.01
  I primi venti giorni del Commissario. Monteverde: ecco quali sono le priorità
 
CAPOSELE - «Penso che sia ancora troppo presto per dare un giudizio, ma il commissario mi ha assicurato che le cose iniziate dalla nostra amministrazione saranno portate a termine. Amabile lavorerà in questa direzione, ha preso un impegno preciso». Le rassicurazioni sono del sindaco uscente Gerardo Monteverde che nei giorni scorsi si è confrontato con il Commissario Prefettizio sulle pratiche che il Comune ha portato avanti negli ultimi mesi.
Tra le maggiori opere pubbliche in itinere ci sono i lavori del Parco Fluviale del Sele che dovrebbe partire a breve.
Poi c’è la questione relativa al ponte Tredogge: dopo una serie di rallentamenti dovuti alla rottura con la ditta appaltatrice, si è proceduto a rifare la gara d’appalto. Anche in questo caso, l’iter è avanzato e presto si darà il via libera all’infrastruttura che collega il centro urbano con la salita per Materdomini.
Altra priorità è l’edilizia residenziale. Si tratta dello sbaraccamento dei container di contrada “Piani” e “San Giovanni”. Nelle due zone, una situata in periferia del centro abitato di Caposele, l’altra a metà strada tra il comune capoluogo e Materdomini è prevista la realizzazione di alloggi popolari previsti dal Piano per l’Edilizia Popolare avanzato con l’amministrazione Melillo.
Infine, altri due progetti riguardano la costruzione del secondo lotto per il centro fieristico di contrada “Caselle” a Materdomini per cui manca ancora la copertura finanziaria; e la realizzazione dei parcheggi in zona Lavanghe (35-40 posti), e l’altro di fronte alla banca (4 posti).
Intanto Amabile ha provveduto alla nomina dei dirigenti di settore che in questa fase avranno un ruolo determinante poichè il Commissario raggiunge Caposele solo due volte alla settimana.
Le nomine sono le seguenti: Frannicola alla 219, urbanistica e patrimonio, Luongo ai lavori pubblici, Aiello alla vigilanza, Melillo al settore amministrativo, Malanga alla ragioneria e i tributi.
22/06/2007

rispondi al messaggio

da irpinianews.it
Inviato il 04/06/2007 11.05.48
  E' Armando Amabile il commissario prefettizio
 
Caposele - Il prefetto di Avellino, Paolo Orrei ha nominato il vice-prefetto Armando Amabile per svolgere le funzioni di commissario prefettizio per la gestione del comune di Caposele, dopo la dichiarazione di nullità delle elezioni amministrative, tenutesi nei giorni 27 e 28 maggio scorsi.
Ricordiamo che la lista "Cuore" capeggiata dal Pasquale Farina era stata esclusa dalla competizione per essere incorsa in un vizio procedurale all'atto della presentazione della lista elettorale. Alla esclusione proclamata dall'ufficio elettorale era seguita la conferma da parte del Tar di Salerno, invocato da Pasquale Farina.
Alle elezioni è giunta, così, soltanto una lista "L'Arcobaleno", capeggiata da Gerardo Monteverde che avrebbe vinto le elezioni se nel comune fosse stato raggiunto il quorum del 50% più uno nel rapporto tra elettori e votanti. Ma il dato non è andato oltre il 31,5%, obbligando la prefettura a nominare il commissario in attesa che siano indette nuove consultazioni.
(venerdì 1 giugno 2007 alle 17.05)
 

rispondi al messaggio

Pasquale C.
Inviato il 31/05/2007 18.28.56
  I risultati ufficiali per Caposele sono sul sito del Ministero dell'Interno:

http://amministrative.interno.it/amminis/amm070527/G0080170.htm

rispondi al messaggio

Politica
Inviato il 31/05/2007 10.26.26
  Storico elezioni comunali Caposele:
 
1995
Il Sole (A. Corona): 1278 voti
Uniti per Caposele (T. Castello): 844 voti
Insieme per Caposele (G. Grasso): 589 voti
Bianche: 53
Nulle: 44
Totale votanti: 2808
 
1999
L'Arcobaleno (G. Melillo): 1369 voti
Alleanza Democratica (A. Montanari): 1290 voti
Bianche: 34
Nulle: 29
Totale votanti: 2722
 
2004
L'Arcobaleno (G. Melillo): 1413 voti
Uniti per Caposele (A. Montanari): 1302 voti
Bianche: 32
Nulle: 36
Totale votanti: 2783
 

rispondi al messaggio

Pasquale C.
Inviato il 31/05/2007 00.29.44
  >Quorum: 2152, Votanti: 1313, L'Arcobaleno: 1252, Bianche: 38, Nulle: 23

>

È online il dettaglio dei voti del 27-28 maggio 2007 a Caposele

rispondi al messaggio

da Il Mattino del 29/05/07
Inviato il 30/05/2007 16.10.03
  Non c’è quorum, si rivota
 
Caposele. Un'elezione da "13". Pare quasi un gioco del destino il ripetersi di un numero che ha caratterizzato l'appuntamento elettorale nel comune di San Gerardo. Tante sono state le firme di presentazione in più, 73 rispetto ad un massimo di 60, costate l'esclusione della lista «Caposele nel cuore». Sono stati 1313, invece, gli elettori a recarsi alle urne, poco più del 30% del corpo elettorale, che non hanno consentito il raggiungimento del quorum. Non è riuscito, dunque, a realizzare il «13» più importante Gerardo Monteverde, candidato sindaco de "L'arcobaleno", unica lista rimasta in campo dopo la ricusazione di «Caposele nel cuore». Invalidate, dunque, le elezioni nel piccolo comune della Valle del Sele che, dai prossimi giorni, sarà commissariato per un anno. Opposti, ovviamente, i commenti tra i candidati della lista ufficiale e quella ricusata. «Non sono deluso - evidenzia Monteverde -. Sapevamo che il quorum era difficile da raggiungere. Oltre mille e 300 votanti in un contesto difficile, in cui l'elettorato è stato sottoposto a pressioni di ogni genere, però, rappresentano un risultato positivo. Nel caso di normali elezioni avremmo vinto senza problemi». L'ex vice sindaco di Caposele denuncia un atteggiamento ostruzionistico dei suoi avversari che «hanno stazionato nei pressi dei seggi intimorendo l'elettorato». Si dice «rammaricato ed amareggiato». «È un'accusa - ribatte Farina - che rigettiamo nel modo più assoluto e categorico. La nostra presenza nei pressi dei seggi era solo un modo per far vedere alla gente che c'eravamo».

rispondi al messaggio

Politica
Inviato il 30/05/2007 14.53.12
  Quorum: 2152, Votanti: 1313, L'Arcobaleno: 1252, Bianche: 38, Nulle: 23

rispondi al messaggio

vecchio gabbiano
Inviato il 29/05/2007 16.30.37
  ho visto qualche arcobaleno sorridere

rispondi al messaggio

da irpinianews.it
Inviato il 28/05/2007 17.33.11
  Caposele- Non raggiunto il quorum, elezioni da rifare. Esulta Farina
 
Il dato non è ancora ufficiale, ma sembra proprio che Gerardo Monteverde non abbia ottenuto i consensi necessari per ritenere valida la consultazione elettorale. Secondo le prime indiscrezioni, la lista da lui capeggiata avrebbe ottenuto poco più di 1300 voti, contro i 4289 elettori. Elezioni da rifare e nelle more, nomina del commissario prefettizio. La lista capeggiata da Pasquale Farina era stata esclusa dal Tar, che era intervenuto per valutare il ricorso presentato dagli interessati contro la decisione assunta dalla commissione elettorale, che aveva rilevato una irregolarità molto formale nella lista di Farina. Era accaduto che quella lista aveva presentato 13 firme in più del previsto in calce alla presentazione dei candidati. Pasquale Farina esprime soddisfazione per il dato elettorale, che suona come una vittoria:"Non hanno raggiunto nemmeno i voti che ottenni io nella passata competizione, fatta a più voci - afferma - pertanto si tratta di una doppia vittoria". (da www.irpinianews.it,lunedì 28 maggio 2007 alle 15.13)

rispondi al messaggio

da Corriereirpinia.it
Inviato il 24/05/2007 11.11.35
  Appello di Farina: chiudere la campagna in tranquillità
 
CAPOSELE - «Da parte nostra ci sarà tutto l’impegno a tenere bassi i toni delle polemiche, vogliamo che questo finale di campagna elettorale non si inasprisca». Appello alla distensione di Pasquale Farina, leader della lista ricusata dal Tar “Caposele nel Cuore”. «Vogliamo che il dibattito sia corretto sino alla fine».
Farina e gli esponenti della sua compagine, anche se fuori dai giochi, scenderanno in piazza domani sera per un ultimo comizio elettorale. Piazza XXIII Novembre (quella principale, Piazza Dante è occupata dalle 20 alle 24 dall’Arcobaleno di Gerardo Monteverde) ospiterà l’intervento di “Caposele nel Cuore”. «Ma non nutro nessun rancore nei confronti dei miei avversari seppure non ci hanno concesso, nemmeno per un’ora la piazza. In quest’ultima occasione abbiamo deciso, inoltre, di dar voce ai nostri ex candidati, che purtroppo non hanno potuto sino ad oggi nemmeno salutare l’elettorato». Ancora un passaggio volto ad ammordibire i toni. «Anche se la gente è in difficoltà, i caposelesi devono sapere che non siamo rigidi sulle posizioni e naturalmente continueremo civilmente a fare la nostra campagna per il “non voto”.
Pensiamo, infatti, che ci siano ottime probabilità che non venga raggiunto il quorum».
24/05/2007

rispondi al messaggio

da Il Mattino del 23/05/2007
Inviato il 23/05/2007 14.52.39
  CAPOSELE. Monteverde lotta con il quorum Farina, nuovo invito al non-voto
 
Caposele. Non è mutato lo scenario dopo la ricusazione della lista «Caposele nel cuore». Quello che doveva essere un normale confronto per la successione del compianto sindaco Melillo, si è trasformato in una battaglia tra chi invita a recarsi alle urne e chi, invece, a disertarle. La sfida di Gerardo Monteverde, capolista de «L'arcobaleno», è contro il quorum. I candidati dell'unico schieramento rimasto in gara stanno lavorando per convincere oltre 2mila e cento persone di Caposele a recarsi alle urne domenica e lunedì prossimi.
L'altro schieramento, costituitisi in un circolo culturale e politico, invece, prova a mettergli i bastoni tra le ruote. Il gruppo guidato da Pasquale Farina ha ufficialmente aperto una campagna del ”non voto”, le cui ragioni sono state ribadite in un comizio ed attraverso un manifesto affisso sulle cantonate cittadine. «Abbiamo chiesto ai nostri avversari - spiega il candidato Vito Malanga - di ritirare la loro lista per rinviare l'appuntamento elettorale e favorire un confronto democratico».
Monteverde, dal canto suo, ha provato a cercare un accordo con i suoi ex avversari, al fine di riuscire a superare l’ostacolo quorum. «Lo schieramento di Farina - spiega - si è trincerato dietro la politica del non voto. Abbiamo dovuto riscontrare una chiusura netta che certo non aiuta il paese. Con questo atteggiamento si stanno assumendo la responsabilità politica grossa di un periodo di gestione commissariale».
Ieri sera Monteverde ha tenuto un comizio in località Boninventre. Stasera nuova uscita pubblica a Materdomini. Venerdì chiusura con una manifestazione che proverà a coinvolgere l'intera cittadinanza locale. Anche Farina terrà un nuovo comizio nei prossimi giorni. In quell'occasione ribadirà che «l'attuale competizione cancella il confronto democratico ed il segreto dell'urna».
li.sa.

rispondi al messaggio

Politica
Inviato il 23/05/2007 11.29.09
  Quando sono previsti i prossimi comizi a Caposele?

rispondi al messaggio

da Corriereirpinia.it
Inviato il 22/05/2007 10.38.03
  Fuochi incrociati a Caposele toni forti e velenosi ai comizi
 
CAPOSELE - Fuochi incrociati in piazza Dante tra l'Arcobaleno di Gerardo Monteverde e l'ormai ex "Caposele nel Cuore" di Pasquale Farina.
Nel corso del fine settimana si sono tenuti in sequenza due comizi dai toni forti e velenosi. Con i leader delle compagini a scagliarsi accuse pesantissime.
Si accende a sette giorni dal voto l'anomala campagna elettorale di Caposele. Dove una lista, quella degli amministratori uscenti combatte da sola e corre contro il quorum per invalidare l'elezione, mentre l'altra, ricusata dal Tar, promette battaglia e sprona gli elettori a rimandare l'appuntamento tra qualche mese, favorendo in questa fase, l'arrivo del Commissario prefettizio in paese. Mercoledì sera , sul palco di piazza Dante è stato il sindaco uscente Gerardo Monteverde ad invitare i cittadini caposelesi a raggiungere le urne il prossimo 27 e 28 maggio per evitare che Caposele si trovi ad essere commissariata già dal mese di giugno. Il quorum è alto: dovrebbero votare oltre 2100 persone, e l'Arcobaleno dovrà incassare la metà più uno dei voti validi. Doppio scoglio, insomma. Il candidato sindaco ha anche ricordato di aver teso la mano alla ex lista avversaria per lavorare ad un accordo, in modo da spronare i propri elettori a votare.
 
Sabato sera è giunta la replica al vetriolo di Pasquale Farina. La piazza è stata prenotata dai partiti che sostengono la compagine anti-Monteverde, Margherita e Ds. Sul palco i leader della ex "Caposele nel Cuore" a sottolineare le ragioni di un dissenso rispetto alla linea tracciata dal sindaco in pectore. Primo punto di rottura: proprio l'accordo che non si può tessere perchè a giudizio di Farina, è stato lo stesso Monteverde a non voler lavorare su un fronte unitario nel corso delle trattative delle scorso settimane, quando si ventilava la lista unica a Caposele.
Respinta una ad una le accuse che si riferiscono a boicottaggi e "blocchi" dell'elettorato per indurlo a non recarsi alle urne. Così come è stata "morbida" la linea commissariale che secondo "Caposele nel Cuore" non rappresenta una tragedia per il paese, tutt'altro.
Dopo il botta e risposta, il prossimo appuntamento in piazza si dovrebbe tenere direttamente venerdì prossimo, in occasione della chiusura formale della campagna elettorale.
22/05/2007
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 18/05/2007 17.00.36
  Ds: “L’Arcobaleno rinvii l’appuntamento alle urne”
 
Caposele - “Quando il prossimo lunedì 28 maggio si chiuderanno i seggi elettorali, verosimilmente, a Caposele non sarà raggiunto il quorum della metà dei votanti e, pertanto, come previsto dalla legge, le elezioni amministrative saranno nulle”. È il quadro tracciato dai Ds di Caposele ed illustrato in una nota dal coordinatore Agostino Montanari. “La competizione elettorale subirà, in tal caso, un rinvio di alcuni mesi, durante i quali le due compagini, una reale, l’Arcobaleno e, l’altra (ora) virtuale, perché ricusata, Caposele nel Cuore, potranno impegnarsi a riempire di contenuti politici una competizione che allo stato, per ovvi ed evidenti motivi, ne è priva. Creare le condizioni per un dibattito politico vero, serrato, anche forte, basato su idee alternative per il futuro della nostra comunità, sui nostri giovani e sulle priorità per il rilancio economico del territorio è una sfida che deve coinvolgere tutte le forze politiche e sociali di Caposele. In tale prospettiva sarebbe ragionevole e apprezzabile che l’Arcobaleno, di sua iniziativa, annunciasse e invitasse i propri elettori a rinviare l’appuntamento alle urne. Sarebbe questa una scelta di grande coraggio, un gesto che, da parte dei candidati dell’unica lista ufficialmente in campo, contribuirebbe a far prevalere la ragione e il dialogo sull’animosità e l’irragionevolezza che in questo momento rischiano di prendere il sopravvento. Rinviare l’appuntamento alle urne sarebbe un’iniziativa di grande responsabilità e di distensione verso una larga parte dell’elettorato che in questi giorni mostra segni di incredulità e di smarrimento per una norma elettorale ai più incomprensibile; sarebbe, inoltre, un gesto di rispetto nei confronti di tanti altri elettori che, non schierandosi aprioristicamente per l’una o per l’altra parte, vorrebbero partecipare alla competizione mantenendo la segretezza della propria scelta. È del tutto evidente, invece, che, in questo clima, scegliere di andare o non andare a votare significherebbe rendere pubblico un proprio personale orientamento. Le elezioni amministrative non possono essere trasformate in un referendum abrogativo in cui gli elettori sono messi nella condizione di non poter scegliere tra due reali alternative. Rimandare il voto ad una situazione di normalità, di effettivo confronto tra due schieramenti, farà in modo che ogni elettore possa sentirsi più libero e più tutelato nel segreto dell’urna, che in tal caso diventerebbe per tutti autentica scelta di partecipazione, di libertà e di democrazia. Si raggiungerebbero così due fondamentali obiettivi: il primo politico, perché finalmente si parlerebbe di programmi e di cosa fare per Caposele nei prossimi cinque anni, offrendo concretamente agli elettori due opzioni alternative; il secondo, non di poco conto, di ritrovata coesione e rispetto verso l’elettorato, che manterrebbe l’effettiva privacy ed efficacia del voto”.
(venerdì 18 maggio 2007 alle 15.48)

rispondi al messaggio

da Il Mattino del 16/05/07
Inviato il 17/05/2007 11.22.05
  CAPOSELE
Rischio quorum, Monteverde medita l’accordo con Farina
 
MICHELE DE LEO Caposele. Contro l'ostacolo quorum. Gerardo Monteverde non se l'aspettava di dover portare avanti una campagna elettorale contro un avversario tanto scomodo quanto inusuale. L'esclusione della lista "Caposele nel cuore" guidata da Pasquale Farina gli ha fornito su un piatto d'argento una vittoria facile facile. Ma la battaglia per raggiungere il quorum è più ardua del previsto. Anche per questo, Monteverde prova a cercare un'alleanza con i suoi avversari. «Ho tentato - spiega il candidato Sindaco de ”L'arcobaleno” - di avviare un dialogo con la lista esclusa ma i segnali ricevuti sono tutt'altro che incoraggianti». Su che base si potrebbe trovare un accordo? «La mia - continua Monteverde - è stata un'apertura di carattere generale. In ogni caso, si potrebbe trovare un'intesa per una compartecipazione in giunta, oppure per una consiliatura a termine» Non vede basi solide, Pasquale Farina, per una possibile intesa tra le due liste. «Sarebbe un accordo troppo labile - spiega - che offre poche garanzie e che la gente di Caposele non riuscirebbe a comprendere. Viviamo una situazione strana, in cui la democrazia ed il segreto dell'urna vengono messi a dura prova. Il voto sarebbe palese e non segreto». Farina, però, non ci pensa nemmeno a invitare la gente a non votare. «Noi - continua - siamo esclusi dalla competizione elettorale e vogliamo comportarci con la massima correttezza». Ma, dovesse venire meno il quorum, la lista ”Caposele nel cuore” potrebbe dirsi vittoriosa? «Sarebbe la vittoria della democrazia e della libertà del poter scegliere. Io posso solo dire di essere amareggiato per la gente che si trova a vivere questa campagna elettorale davvero particolare».

rispondi al messaggio

Cocles
Inviato il 17/05/2007 10.29.58
  Qui non si tratta di scegliere tra 5 anni di commissario e 5 di Monteverde, ma tra pochi mesi di commissariamento (che avranno una loro utilità...) e poi avere la possibilità di svolgere elezioni dove il principio di democrazia sia rispettato in pieno.

rispondi al messaggio

diabolicusss lo conosci?
Inviato il 15/05/2007 16.22.35
  persone serie, loro.

rispondi al messaggio

Il sindaco del mercoldì
Inviato il 15/05/2007 14.30.16
  L'arcobaleno non può cadere!

rispondi al messaggio

Antonio
Inviato il 15/05/2007 12.44.46
  Il buon gioco dell'Arcobaleno è solo un sogno, basta leggere il Corriere dell'irpinia per capirlo: "non cederemo di un millimetro" queste le parole del candidato a sindaco...e ho detto tutto!!!!

rispondi al messaggio

diabolicusss, lo conosci?
Inviato il 15/05/2007 12.02.53
  difficilmente si raggiungerà il quorum, allora penso che gli arcobaleni dimostrerebbero fair play nel non insistere in questa tornata elettorale, non inasprendola, per concentrarsi in quella che ci sarà tra sei mesi o al massimo un anno, dimostrando anche di non essere attaccati al potere e ai soliti interessi personali, ed evitando, inoltre, di mettere in difficoltà tanti elettori che vedrebbero violata la segretezza del loro voto.

rispondi al messaggio

da Il Mattino del 12.05.07
Inviato il 15/05/2007 11.15.35
  CAPOSELE. SENTENZA TAR
Una sola lista, questione di quorum
 
MICHELE VESPASIANO Caposele. Occorrerà superare il quorum della metà più uno degli aventi diritto al voto se si vorrà rendere valide le elezioni amministrative, dove in campo è restata solo la lista dell'Arcobaleno, capeggiata da Gerardo Monteverde. È questo l'esito diretto della pronuncia del Tar di Salerno, che ha rigettato l'istanza di riammissione alla competizione elettorale presentata da Pasquale Farina, leader della compagine «Caposele nel cuore», esclusa dalla Commissione elettorale circondariale per eccesso di firme di presentatori. Nel dettaglio, 73 sottoscrizioni invece del tetto massimo di 60, come prescritto per i comuni inferiori a 5000 abitanti. La prima sezione del Tar salernitato, relatore Ferdinando Menicihini, respingendo la domanda incidentale di sospensione, ha sentenziato «che il ricorso non presenta elementi di fondatezza, atteso che la normativa in materia è di stretta applicazione». La competizione elettorale, e quindi la dialettica tra i due schieramenti, diventa ancora più incandescente, anche se Farina prova a gettare acqua sul fuco delle aspettative dei suoi supporters, accettando con molto fair play la pronuncia del tribunale amministrativo. L'ex candidato sindaco e gli altri candidati della lista ricusata inviteranno i loro amici all'astensionismo? Al momento non è dato saperlo. Una presa di posizione si avrà nei prossimi giorni, dopo che gli strateghi della compagine civica avranno fatto delle proiezioni sulla scorta del numero degli aventi diritto al voto, che sono 4200 - molti dei quali residenti all'estero - e degli elettori, che sono poco meno di 2800. Gli osservatori politici locali si dicono sicuri che difficilmente potranno essere imbucate nell'urna 2100 schede; il traguardo, infatti, non è stato mai superato. Se così dovesse essere anche questa volta, il futuro amministrativo di Caposele rischia di essere consegnato per i prossimi mesi al commissario straordinario.
 

rispondi al messaggio

Politik
Inviato il 14/05/2007 22.24.48
  Concordo con Antonio: qualche mese di commissariamento, e quindi di governo neutrale della cosa pubblica, sara' poi una tale sventura per Caposele? E' la prima volta nella storia del nostro comune?
E un'altra cosa: si parlava qualche tempo fa (questa discussione si e' aperta proprio con la lettera di Cleon.Ren sull'argomento) di una lista unica: non avrebbe avuto lo stesso problema di quorum che avra' ora l'unica lista rimasta?
 

rispondi al messaggio

Antonio
Inviato il 12/05/2007 15.32.16
  Sul Commissario oramai se ne dicono di tutti i colori,tutta una serie di affermazioni, teorie, e catastrofi che egli può provocare (ovviamente tutte menzogne).
Ormai è l'unica soluzione per poter riportare tra un anno la democrazia e nel contempo estirpare un cattivo gioco di potere.
Chi ha paura del Commissario? Chi non ha la coscienza a posto.
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it del 11 maggio
Inviato il 11/05/2007 13.10.43
  Esclusa la lista del "Cuore", Farina: 'Dura lex, sed lex'
 
Caposele - Il Tribunale amministrativo di Salerno, prima sezione, ha respinto la richiesta avanzata dalla lista "Caposele nel cuore", capeggiata dal dottore Pasquale Farina perché ritenuta responsabile di aver presentato la lista dei candidati in modo difforme dalla legge. Questo significa che Farina potrà partecipare da spettatore alla prossima consultazione elettorale. Via libera all'unica lista, quella dell'Arcobaleno, che dovrà raggiungere il 50% più uno dei votanti in rapporto agli elettori per ritenere valida la votazione. In caso contrario verrebbe nominato il commissario, con la funzione di traghettare Caposele a nuove elezioni. Il dottore Farina si dice sereno:"Se la magistratura ritiene che aver fatto sottoscrivere la lista di presentazione a tredici persone in più rispetto al numero fissato dalla legge è motivo di esclusione - commenta - noi ne prendiamo atto, anche se dispiace di non poter partecipare alla competizione. Non ho ancora letto gli atti, non conosco esattamente cosa il Tar abbia deciso, ma è chiaro che qualsiasi decisione sarà assunta nell'esclusivo interesse della popolazione e in difesa della democrazia". L'anomalia era stata registrata dalla commissione elettorale, che in sede di controllo delle liste aveva subito escluso la lista di Farina; di qui il ricorso al Tar e la conferma.
(venerdì 11 maggio 2007 alle 12.23)

rispondi al messaggio

da Il Mattino del 5 maggio
Inviato il 08/05/2007 10.59.32
  Caposele, il Tar si pronuncia
 
Caposele. È attesa per il prossimo 10 maggio la decisione del Tar di Salerno sul ricorso presentato dalla lista «Caposele nel cuore» contro l’esclusione dalla competizione elettorale. C’è un velato ottimismo nel candidato sindaco Pasquale Farina e fra i candidati, che si fonda sull’esito favorevole registrato, in passato, in altri comuni, rispetto a circostanze analoghe a quelle che hanno determinato l’esclusione della lista locale. La contestazione mossa dalla Commissione elettorale, com’è noto, si riferisce al numero eccedente di firme presentate a sostegno della formazione civica (73 rispetto al limite di 60 previsto dalla norma). 05/05/2007
 
 
 

rispondi al messaggio

da Il Mattino
Inviato il 04/05/2007 10.15.28
  Caposele. Presentato ieri il ricorso al Tar di Salerno contro l'esclusione della lista Caposele nel cuore.
I componenti dello schieramento credono fortemente nella possibilità di poter essere riammessi alla competizione e, per questo, si sono affidati ad un pool di legali formato dagli avvocati Palmieri, Cirillo, Forte e Rizzo. Siamo fiduciosi - dichiara il candidato alla carica di sindaco Pasquale Farina - dell'operato della giustizia. In passato, il Tar si è espresso favorevolmente su ricorsi analoghi al nostro.
Caposele nel cuore è stata esclusa perché presentata da ben 73 firme rispetto al massimo di 60 previste dalla legge. Un eccesso di zelo che è costato caro allo schieramento, escluso dalla consultazione. La legge - continua Farina - prevede la possibilità di presentare alcune firme aggiuntive nel modello integrativo. Per questo siamo molto possibilisti sul ricorso. Il Giudice del Tar di Salerno dovrebbe esprimersi il prossimo 10 Maggio.
Dovesse andar male, Gerardo Monteverde sarebbe costretto a fare corsa solitaria, con la sua L'arcobaleno contro l'ostacolo quorum. Per il mio avversario - dichiara ancora il capolista di - sarebbe una battaglia ardua. Nelle liste sono iscritti oltre 4300 cittadini, di cui circa 1300 residenti all'estero. Monteverde dovrebbe convincere oltre 2mila e 100persone a recarsi alle urne, rispetto ai 2mila e 700 votanti di media delle ultime consultazioni amministrative.
Ciò che preoccupa maggiormente sia me che Monteverde - conclude Farina - sarebbe l'impossibilità di preservare il segreto dell'urna. La competizione verrebbe falsata.
Fino al prossimo 10 maggio, dunque, clima di attesa con le liste che, con ogni probabilità, rinvieranno ogni manifestazione pubblica.
03/05/07 li. sa.
 

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 03/05/2007 10.31.15
  Caposele - Irregolarità nella lista ‘Cuore’: Farina attende il Tar
 
Sarà il Tar a decidere il destino della lista ‘Caposele nel Cuore’ dopo la registrazione di irregolarità effettuata dalla Commissione elettorale di Sant’Angelo dei Lombardi. Settantatrè, infatti, sono stati i sottoscrittori della lista a dispetto del massimo di sessanta stabilito dalla legge. La lista capeggiata da Pasquale Farina rischia dunque di non poter scendere in campo nella tornata elettorale del 27 e 28 maggio lasciando spazio aperto a ‘L’Arcobaleno’ che potrebbe non avere alcuno sfidante nell’imminente battaglia elettorale. "Siamo increduli e, sinceramente, esprimiamo perplessità in ordine alle cose contestate - commenta Farina - tenuto conto del fatto che anche l'altra lista in competizione ha comunicato la solidarietà nei nostri confronti. Siamo fiduciosi nel ricorso al Tar, diversamente verrebbe meno un principio fondamentale di democrazia". La notizia fa registrare tuttavia qualche incongruenza: sembra infatti che nel fascicolo giunto alla commissione elettorale ci sarebbero due fogli di firmatari contenenti 13 firme in più (73 invece che 60) mentre i responsabili della lista sarebbero in possesso di un certificato in grado di attestare l’esistenza di un solo foglio cumulativo contenente 41 sottoscrizioni. Un giallo la cui soluzione i rappresentati del ‘Cuore’ affidano alla segretaria comunale che ha a sua difesa la testimonianza dei colleghi presenti all’atto di autenticazione che la scagionano completamente. Fatto sta che, qualora il Tar rigettasse il ricorso, allora i ‘numeri’ porterebbero senza via di scampo ad una situazione estremamente difficile. L’Arcobaleno, in questo caso, entrerebbe in competizione con il quorum: in paese gli aventi diritto al voto sono 4200 mentre gli elettori sono circa 2800 molti dei quali residenti all’estero. Il candidato a sindaco Gerardo Monteverde dovrebbe dunque raggiungere la ragguardevole cifra di 2100 voti.
02/05/2007

rispondi al messaggio

ANTEPRIMA ars.altervista.org
Inviato il 02/05/2007 15.06.50
  Anteprima http://ars.altervista.org:
 
Il ricorso sulla riammissione della lista CAPOSELE NEL CUORE (richiesta concessione della sospensiva) sarà esaminato il giorno 10 maggio.

rispondi al messaggio

dal Il Mattino del 01/05/2007
Inviato il 02/05/2007 10.23.32
  Esclusa la lista ma Farina ricorre al Tar
 
Troppe firme di presentazione, esclusa la lista «Caposele nel cuore». Colpo di scena nel centro irpino, che ha visto estromessa dalla tornata elettorale la formazione guidata da Pasquale Farina. Dopo la sorpresa la reazione, con l’inoltro di un ricorso al tribunale amministrativo per chiedere la riammissione al voto. Intanto, se l’esclusione sarà confermata, le elezioni saranno valide solo in caso di superamento del quorum.
 
Colpo di scena per le elezioni amministrative. La Commissione elettorale circondariale ha deciso di ricusare la lista «Caposele nel cuore» capeggiata da Pasquale Farina. Il motivo? Eccesso di firme di presentatori. Settantatre invece che un massimo di sessanta così come prescritto dalla legge. La notizia dell’esclusione ha destato sconcerto nella cittadina dell'Alto Sele, dove la lotta politica per succedere al compianto primo cittadino Giuseppe Melillo ha assunto toni aspri. Sabato scorso, alla scadenza dei termini, per il rinnovo del consiglio comunale erano state presentate due liste, entrambe civiche: una capeggiata da Farina e l'altra, «L'arcobaleno», guidata da Gerardo Monteverde, l'ex vice sindaco che dopo la morte di Melillo ha diretto l'amministrazione. La decisione assunta dalla Commissione elettorale circondariale presieduta dal vice prefetto di Avellino, Vincenzo Troise, ha fatto catapultare a Sant'Angelo dei Lombardi, sede dell'organismo di controllo, i rappresentanti della lista ricusata nel tentativo d’indurre il funzionario prefettizio e gli altri componenti ad un ripensamento che fin da subito è apparso molto improbabile. Le speranze degli esclusi finiscono sui tavoli del Tar, al quale Pasquale Farina e gli altri candidati della lista «Caposele nel cuore» hanno presentato ricorso d'urgenza. Ove il Tar dovesse confermare il provvedimento si aprirà una corsa per assicurare all'unica lista in gioco il quorum necessario per validare le elezioni e per scongiurare l’ arrivo del commissario straordinario. Tentativo questo che molti rappresentanti locali dei partiti giudicano assai difficile per la forte differenza che si registra tra il numero dei cittadini residenti e quello decisamente più alto degli aventi diritto al voto.
 

rispondi al messaggio

Politica
Inviato il 02/05/2007 10.17.05
  lista L'ARCOBALENO
Candidato a sindaco: GERARDO MONTEVERDE
 
Candidati al consiglio comunale:
Antonietta Colatrella, Donato Merola, Ettore Spatola, Franco Cibellis, Gaetano Grasso, Gerardina D'Alessio, Gianni Cetrulo, Lorenzo Melillo, Maria Rosaria Ceres, Michele Notaro, Pietro Cetrulo, Raffaele Grasso, Rocco Merola, Rocco Russomanno 1947, Rocco Russomanno 1953, Vincenzo Zanca.
 
lista CAPOSELE NEL CUORE
Candidato a sindaco: PASQUALE FARINA
 
Candidati al consiglio comunale:
Alfonsina Rosania, Alfonso Pallante, Angelo Ceres, Donatello Cirillo, Gerardo Freda, Gerardo Sista, Giannino Ciccone, Nunzia Mattia, Raffaele Corona, Raffaele Spatola, Raffaella Gonnella, Rocco Guarino, Salvatore Casillo, Salvatore Russomanno, Tommaso Cibellis, Vito Malanga.
 

rispondi al messaggio

selacapo staff
Inviato il 26/04/2007 18.38.06
  segnalo il nuovo portale x la community di caposele..
l'indirizzo è http://selacapo.net
si può accedere a forum tematici, news, sondaggi e foto e anche inviare materiale dopo essersi registrati.
in particolare è presente una forum dedicato alle elezioni comunali 2007 in cui confrontarsi e postare opinioni..
 
http://selacapo.net

rispondi al messaggio

Raffaele C.
Inviato il 23/04/2007 10.03.39
  x nicola m.
 
tu parli di lista non competitiva (come fai a dirlo, si tratta di persone nuove che ancora non hanno avuto modo di mettersi alla prova); ma hai visto chi avete voi in lista??? Gente che ha dimostrato tutta la sua completa incapacità e i pochi nuovi non mi sembrano offrire alcuna garanzia di serietà...

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 22/04/2007 10.55.57
  Il polo scolastico? Iniziato con l'amministrazione Merola. Il centro fieristico? Opera della Comunità Montana.Il rifacimento della Chiesa? Opera della Diocesi.
Problemi di vista non ne ho, sono opere realizzate ma non per merito dell'amministrazione.
Ma che cosa ne dici del bellissimo PIP? O del piano commerciale? Del grandioso parcheggio realizzato a Materdomini e dei servizi igienici? Della realizzazione dell'anfiteatro a Caposele? Della rivalutazione delle cantine? Del favoloso piano di recupero e della realizzazione del nuovo piano regolatore? Ecc...
Se ho problemi di vista voi sieti ciechi.
Come vedi sto ancora aspettando.
La minoranza sicuramente avrà avuto le sue pecche, ma il potere dal 1995 è stato gestito sempre dagli stessi con risultati molto ma molto deludenti.
Prova a girare negli altri paesi confinanti oramai siamo l'ultimo in ordine a progetti ed iniziative; perfino Calabritto ci ha surclassati (stanno realizzando anche loro il PIP).
Se vogliamo continuare su qesta strada continuiamo a votere l'arcobaleno.
Attento io sono uno di quelli che ha votato per la tua lista, ma dopo le prese in giro che ho subito sullo sviluppo di Caposele non posso più votarvi.
A presto.

rispondi al messaggio

NICOLA M.
Inviato il 22/04/2007 10.25.43
  EVIDENTEMENTE FORSE HAI PROBLEMI DI VISTA IL POLO SCOLASTICO LO AVETE REALIZZATO VOI O COMUNQUE SE ERA PER QUELLA SCELLERATA MINORANZA FORSE ERA PRONTO FRA 20 ANNI!! IL CENTRO FIERISTICO E' UN ALTRO MERITO VOSTRO IL COMPLETAMENTO DELLA PISCINA COMUNALE IL RIFACIMENTO DELLA CHIESA COMUNALE SONO TUTTI MERITI VOSTRI??RIFLETTI PRIMA DI PARLARE.

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 21/04/2007 16.02.08
  Da Michele che non ha scritto vergogna.
Vedo che iniziate a fare una campagna elettorale basata su veleni e attacchi verso persone che ancora non conoscete!!Mi sto sforzando a capire che cosa di buono l'arcobaleno abbia fatto per Caposele. Per favore spiegamelo, forse mi sono addormentato e ancora non mi sono svegliato. Non glissare sui contenuti, è troppo facile ed addirittura puerile scaricare la colpe sull'opposizione; ma chi ha amministrato fino ad oggi? Addirittura parli di sindaco fantasma!! Ma con quale coraggio dici queste cose; l'unico fantasma è l'amministrazione Arcobaleno. Mi sembra che l'amore che tu provi verso l'amministrazione fantasma ti abbia fatto perdere il contatto con la realtà.
Te lo ripeto DIMMI UNA COSA CHE HA FATTO L'AMMINISTRAZIONE FANTASMA.
A presto.

rispondi al messaggio

NIC M.
Inviato il 21/04/2007 10.40.23
   
X MIKE
 
NON CI SONO NENCHE PAROLE PER RISPONDERTI TANTO PERDERETE DI NUOVO NENCHE LA LISTA SIETE RIUSCITI A FARE IN MANIERA COMPETITIVA FIGURIAMOCI SE ANDRETE A GOVERNARE CON UN SINDACO FANTASMA VERGOGNATEVI VOI!!!!NOI QUALCOSA DI IMPORTANTE PER CAPOSELE LO ABBIAMO REALIZZATO VOI IN DIECI ANNI AVETE CREATO SOLO CONFUSIONE!!
 

rispondi al messaggio

Gerardo D.
Inviato il 17/04/2007 12.47.54
  Vi invito ad indicare -secondo voi- quali sono le problematiche principali da affrontare da parte della prossima giunta comunale

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 17/04/2007 12.32.30
  Per Michele che ha scritto alle 10,11 specificati con un'iniziale altrimenti pensano che siamo la stessa persona.

rispondi al messaggio

da Irpinianews.it
Inviato il 17/04/2007 11.17.37
  Amministrative: Farina prosegue verso il voto
 
Caposele - Nelle scorse settimane l’attuale capogruppo e consigliere dell’opposizione, Giuseppe Palmieri, aveva ufficializzato la sua intenzione di rinunciare alla candidatura a sindaco ed aveva anticipato il nome del nuovo candidato: Pasquale Farina. “In questo momento ho scelto di prendermi un periodo sabbatico e di stare per un po’ lontano dalla politica per dedicarmi alla mia professione di avvocato ed al lavoro all’università. La mia rinuncia alla candidatura è stata sofferta, ma sapere che il mio successore sarà Farina mi rende tranquillo”, ha dichiarato Palmieri, che più volte ha ribadito la sua amicizia con il candidato sindaco e la stima nei suo confronti.
Dal suo canto, anche Farina ha detto di essere orgoglioso per aver preso il testimone passatogli dall’amico Palmieri e, riferendosi alla sua lista ed al suo programma, ha dichiarato: “Il mio compito sarà quello di guidare una lista civica orientata verso il centrosinistra. La lista è oramai quasi al completo, ma è ancora presto per ufficializzare i nomi dei componenti, dal momento che stiamo ancora valutando alcune candidature.
In questi giorni, inoltre, siamo impegnati anche sul fronte della stesura del programma, che verterà su tre punti principali. Il primo riguarderà una politica delle acque, visto che nel territorio del nostro Paese, alle pendici del Monte Plafagone, nasce l’importante Acquedotto Pugliese del Sele-Calore.
Il secondo riguarderà una politica del turismo ed il terzo riguarderà uno sviluppo del Paese incentrato su delle politiche rivolte ai giovani ed alla loro occupazione, per evitare che i nostri ragazzi siano costretti ad emigrare”.
(domenica 15 aprile 2007)
 

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 17/04/2007 10.11.42
  Sarà difficile amministrare facendo peggio dell'ultima amministrazione...
Il paese è allo sfascio (non esiste una politica per i giovani, per il rilancio turistico, per l'ambiente e il territorio): VERGOGNA!
Con quale coraggio fate ancora proclami?
 
Nessuno qui si sveglia e vuol fare il sindaco... Farina già è stato politicamente impegnato nel passato ed ha avuto l'investitura da due partiti di rilevanza nel contesto politico caposelese. Mi sembra che la tua accusa sia più consona se rivolta all'altro candidato...
 
 

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 17/04/2007 10.09.51
  Vedo che sul punto di domanda hai glissato nel pieno stile "amministrazione arcobaleno". Risposte zero, contenuti zero. Non iniziate a fare processi su nomi che ancora non si sanno; una lista di rinnovamento si basa su nomi nuovi che non possono essere criticati per il semplice motivo che non si conoscono le loro qualità.
E' meglio avere un sindaco che "si sveglia una mattina" (come tu dici) che avere un'amministrazione assente; anzi meglio che qualcuno si è svegliato perchè con il vostro dolce far niente Caposele è in uno stato di torpore totale, ecco ho trovato una cosa che ha fatto l'amministrazione!!!
Alla fine come tu dici sarà il popolo a decidere; speriamo che dopo averci dato Alfonso Merola (tua riflessione) non continuiamo sulla stessa strada con l'amministrazione arcobaleno.
A presto.

rispondi al messaggio

NICOLA M.
Inviato il 17/04/2007 00.37.43
  IO NON HO DETTO CHE QUESTA AMMINISTRAZIONE HA REALIZZATO TUTTO E BENE MA LA VOSTRA COALIZIONE E' PIENA DI MILLE INTERROGATIVI COMUNQUE COME SEMPRE SARA' IL POPOLO DI CAPOSELE A SCEGLIERE MA UN DATO E' CERTO : CON I NOMI CHE SI FANNO IN QUESTI ULTIMI GIORNI DELLA VOSTRA LISTA NON LO SO DOVE ANDREMO STAREMO A VEDERE E POI IO SAREI ANCHE CONTENTO SE VINCETE, COSA ALQUANTO PROIBITIVA COSI' VEDREMO COME SARETE CAPACI DI CAMBIARE LE SORTI DI QUESTO PAESE.NON SI PUO' DIVENTARE SINDACI SVEGLIANDOSI UNA MATTINA BISOGNA SUDARE PER RAGGIUNGERE DETERMINATI TRAGUARDI.

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 14/04/2007 10.00.11
  Caro Nicola prima del 1995 Alfonso Merola è stato votato democraticamente dai cittadini di Caposele e credo che sia stato tra i Grandi politici che abbiano portato all'appiattimento e alla lenta agonia di Caposele. Lo stesso è successo dal '95 ad oggi. Le persone sono sempre le stesse, gli interessi gli stessi, gli incarichi alle stesse persone, sempre gli stessi giovani a fare le valige, sempre le stesse strutture sportive gestite in maniera catastrofica e ad utilizzo privato!!!!!
L'unico modo per uscire da questo stato, caro Nicola, è cambiare gli uomini ed avere nuove idee; questo non può avvenire con chi ha disastrosamente amministrato dal 1995.
E'giunta l'ora di cambiare. Come tu critichi l'attuale consiglio direttivo dell'ars che secondo te va cambiato, abbi almeno la decenza di essere costante nei tuoi ragionamenti, applicalo anche all'attuale amministrazione e tieni ben in mente una differenza e cioè: mentre l'ars, credo che sia nata da un paio di anni, ha organizzato varie "manifestazioni" podistiche e ha cercato di promuovere lo sport aggregando alcuni giovani (l'unica critica che puoi muovere e che possono farlo meglio), il nostro assessorato allo sport che cosa ha fatto? Ti lascio con questo interrogativo, spero che mi darai una risposta esaustiva (sull'amministrazione e non sull'ars). Mi fermo quì anche se le critiche potrei estenderle a tutti i campi (assessorati) dell'amministrazione.
BISOGNA CAMBIARE!!!!!!

rispondi al messaggio

nicola m.
Inviato il 14/04/2007 01.39.26
  caro mike e tutti coloro che la pensano come lui ti ricordo che prima del 1995 a caposele c' era il buio totale: vi meritate alfonso merola!!!!!!!!

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 06/04/2007 10.15.13
  >MONTEVERDE VINCE SPERIAMO IN UN PROGETTO SERIO E CONCRETO PER IL FUTURO,CAPOSELE HA BISOGNO DI CERTEZZE E PROSPETTIVE INCORAGGIANTI SI DEVE FARE E CREARE MOLTO DI PIU'.

>

>Dal 1995 progetti seri e concreti non se ne sono visti anzi si è assistito ad un progressivo e costante abbandono (es. vedi il modo come sono state gestite le strutture sportive, il traffico automobilistico, le strutture, che non esistono, a Materdomini!!!Ed altro ancora)

>Per avere certezze e prospettive incoraggianti sicuramente NON bisogna votare Monteverde!!!

>E' L'ORA DI CAMBIARE!!!!(non finirò mai di dirlo).

>


rispondi al messaggio

NICOLA MELILLO
Inviato il 05/04/2007 19.23.25
  MONTEVERDE VINCE SPERIAMO IN UN PROGETTO SERIO E CONCRETO PER IL FUTURO,CAPOSELE HA BISOGNO DI CERTEZZE E PROSPETTIVE INCORAGGIANTI SI DEVE FARE E CREARE MOLTO DI PIU'.

rispondi al messaggio

Michele
Inviato il 05/04/2007 16.07.41
  Dal 1995 sempre lo stesso colore amministrativo. Sempre le stesse facce a fare i loro interessi. Mi verrebbe da gridare, e lo grido, un vecchio slogan degli anni 80 ma molto, molto attuale...Basta è l'ora di cambiare!!!

rispondi al messaggio

Osservatore
Inviato il 05/04/2007 11.46.09
  Lo partita va ad incominciare...
 
Come ha scritto l'ottimo sig. Gervasio
 
--in questo spicchio di terra di provincia, l’aria umida di fiume inizia ad impregnarsi dell’odore della campagna elettorale. Nei bar, nelle piazze e durante le lunghe passeggiate dei caposelesi, le elezioni sono già entrate di diritto negli argomenti più chiacchierati--
 

rispondi al messaggio

Salvatore
Inviato il 04/04/2007 10.29.19
  Attenzione, clamoroso, il Presidente dell'Ars è stato contattato per l'inserimento in una lista.
Fonte via Roma.

rispondi al messaggio

Gerardo
Inviato il 03/04/2007 13.21.04
  Ho sentito parlare di terza lista anche io.
Questa volta però riguarda circostanze inerenti il centro destra; dopo l'apparentamento di AN con Monteverde il suo leader Pietro Cetrulo già dissente e minaccia la terza lista.
Chi ben incomincia è già a metà dell'opera!!!!!!!

rispondi al messaggio

Curioso
Inviato il 02/04/2007 16.28.46
  Si parla ancora di una terza lista? Chi ne sarebbe a capo e con quale prospettiva politica?

rispondi al messaggio

Gerardo
Inviato il 01/04/2007 17.19.16
  Situazione ingarbugliata, circolano nomi e liste inesistenti.
Speriamo ci sia un rinnovamento e soprattutto competenza.
Attenzione: ai giovani che si troveranno in lista non assumete una posizione
di subalternità (come è avvenuto) ma portate avanti le idee nuove che avete e che sono state la ragione fondamentale per il vostro inserimento in lista.

rispondi al messaggio

Politik
Inviato il 28/03/2007 10.01.58
  Ci siamo con le liste? Due o più?

rispondi al messaggio

Angelo
Inviato il 19/03/2007 13.05.23
  X Alex
Quando torni ti illustrerò alcune cose.
Ciao

rispondi al messaggio

Ale
Inviato il 19/03/2007 11.48.37
  x Angelo
 
Bene, sono previste sorprese dell'ultim'ora?
 
 

rispondi al messaggio

Angelo
Inviato il 19/03/2007 10.48.10
  Per Alex
Martedì sarà ufficializzato il nome...
 

rispondi al messaggio

Politik
Inviato il 16/03/2007 19.10.58
  si vota il 27 e il 28 maggio: le danze sono ufficialmente aperte.

rispondi al messaggio

Pasquale C. e Alessandro R.
Inviato il 13/03/2007 21.54.43
  > La mia battaglia contro gli sparasentenze anonimi continua e ritengo
> che debba essere condivisa dagli altri siti web di questo paese,
> bisognerebbe darsi tutti una bella "netiquette alla Caposelese".

Condividiamo i tuoi sforzi per portare le discussioni sul forum fuori dell'anonimato, anche noi in diverse occasioni abbiamo caldeggiato la necessita' di non abusarne, per evitare di dover "blindare" il forum, costringendo all'autenticazione preventiva (che renderebbe l'anonimato impossibile).
Comunque cerchiamo di vigilare sul rispetto di tali norme, e rimaniamo disponibili ad eventuali censure nel caso qualcuno ritenga di essere offeso esplicitamente!
 
D'altra parte, pero', riteniamo che, fermo restando il rispetto di norme di comportamento adeguate (non offendere, ad es.: la "netiquette", appunto), sia preferibile un post anonimo (di un utente per altri utenti, con una comunicazione bidirezionale) piuttosto che un post o un articolo, anche firmato, sempre delle stesse persone, che gli utenti "consumatori" devono subire senza poter rispondere con le loro idee.
 

rispondi al messaggio

Pro-Gervasio
Inviato il 13/03/2007 20.40.26
  >>...è ormai chiaro che caposele vuole, quale nuovo sindaco, il presidente dell'ars... (www.irpinianews.it)

>>Seguite il link, c'e' stato un clamoroso sorpasso da parte di Gerardo Notaro!

>

C'è un candidato sindaco quasi certo: Donato Gervasio! Sindaco subito!

rispondi al messaggio

Voltaire
Inviato il 13/03/2007 19.27.56
  >Non condivido la tua idea, ma darei la vita affinchè tu la possa esprimere.

>

ecco a cosa deve ispirarsi la "netiquette alla Caposelese"

rispondi al messaggio

Voltaire
Inviato il 13/03/2007 19.21.46
  Non condivido la tua idea, ma darei la vita affinchè tu la possa esprimere.

rispondi al messaggio

Leo
Inviato il 12/03/2007 16.41.09
  Non credo prorio di prendere in giro qualcuno.
E' vero i tagli sono stati decisi insieme, ma anzicchè non veder pubblicare l'articolo ho accettato le censure.
L'articolo è stato inviato contemporaneamente a tutti i siti di Caposele ma solo dopo parecchio tempo è apparso su quello dell'ars; il non dire niente (a Caposeleonline) non significa prendere in giro o essere sciocchi, ma solo rispettare gli accordi presi. Poi la libertà di pensiero, senza offendere nessuno rimanendo anche anonimi, è solo da incentivare.
Non mi considero affatto sparasentenze, ho solo osservato i fatti e pronosticato la loro conseguenziale e logica evoluzione.
A presto.

rispondi al messaggio

Runner
Inviato il 12/03/2007 15.17.24
  >...è ormai chiaro che caposele vuole, quale nuovo sindaco, il presidente dell'ars... (www.irpinianews.it)

>

La lotta, serrata, ora è fra tre potenziali ottimi sindaci: Donato Gervasio-Nicola D'Auria-Gerardo Notaro!

rispondi al messaggio

Jerry Notaro
Inviato il 12/03/2007 14.02.18
  >Come era facilmente preventivabile la lista unitaria ha avuto il suo epilogo.

>Poche sono state le reazioni al mio articolo, con rammarico ho visto che sul sito caposele online è stato (sono stato)censurato chissà perchè ci si sente presi in giro.

>Comunque a distanza di pochi giorni dalla tornata elettorale le proiezioni e sensazioni (personali) danno in vantaggio la lista arcobaleno.

>Troppo tempo sta perdendo l'opposizione....

>Perche su tale sito non si organizza un serio sondaggio? A differenza della pagliacciata comparsa su irpinianews.

>

Mi sono sentito preso in giro perchè hai acconsetito ai tagli che ho proposto al tuo articolo ma poi lo hai riproposto in versione intergrale da un altra parte senza avvertire. Mi sembra sciocco lasciare su CaposeleOnline uno scritto che per scelta "editoriale" è stato modificato con il pieno consenso dell'autore se poi lo si può leggre in versione integrale da qualche altra parte. La mia battaglia contro gli sparasentenze anonimi continua e ritengo che debba essere condivisa dagli altri siti web di questo paese, bisognerebbe darsi tutti una bella "netiquette alla Caposelese".
Saluti a tutti

rispondi al messaggio

Lista unitaria
Inviato il 10/03/2007 11.22.59
  Come era facilmente preventivabile la lista unitaria ha avuto il suo epilogo.
Poche sono state le reazioni al mio articolo, con rammarico ho visto che sul sito caposele online è stato (sono stato)censurato chissà perchè ci si sente presi in giro.
Comunque a distanza di pochi giorni dalla tornata elettorale le proiezioni e sensazioni (personali) danno in vantaggio la lista arcobaleno.
Troppo tempo sta perdendo l'opposizione....
Perche su tale sito non si organizza un serio sondaggio? A differenza della pagliacciata comparsa su irpinianews.

rispondi al messaggio

Pasquale C.
Inviato il 06/03/2007 01.00.59
  >...è ormai chiaro che caposele vuole, quale nuovo sindaco, il presidente dell'ars... (www.irpinianews.it)
>
Seguite il link, c'e' stato un clamoroso sorpasso da parte di Gerardo Notaro!

rispondi al messaggio

Com. D'Auria Sindaco
Inviato il 02/03/2007 18.44.00
  ...è ormai chiaro che caposele vuole, quale nuovo sindaco, il presidente dell'ars... (www.irpinianews.it)

rispondi al messaggio

Antonio
Inviato il 13/02/2007 16.37.05
  Condivido in toto, complimenti.
Antonio

rispondi al messaggio

Cleon.ren
Inviato il 12/02/2007 14.20.33
  Riceviamo da CLEON.REN e pubblichiamo:
 
Spero vogliate pubblicare questo articolo che apparentemente non ha
nulla a che vedere con lo sport.In realtà da una buona amministrazione
dipendono le sorti sportive.
Il mio anonimato è d'obbligo per evitare dissensi in famiglia sulla
necessità della lista unitaria; poi ho rilevato questioni politiche di
carattere generale, sul modo di fare politica a Caposele.
grazie.
 
Riflessioni politiche:
Senza fare troppi giri di parole, come si è solito usare in tale
occasioni, scenderò subito nel merito della questione.
Perché ci si ostina a percorrere la strada della lista unitaria? Siamo
sicuri che è la migliore soluzione per risolvere i problemi di Caposele?
Per sciogliere il primo quesito basta sentire il parere della
popolazione; la maggior parte la ritiene inutile. Una lista unitaria
deve necessariamente avere il consenso di una larga fetta della
cittadinanza, tale consenso pare che non ci sia (non è necessario
scomodare i grandi sondaggisti ) eppure si persevera quasi in maniera
diabolica tale strada. Ma noi cittadini conteremo qualcosa? Non lo so se
per fare la felicità di pochi, come si evinceva chiaramente dalle facce
e dallo spirito di alcune persone al termine della riunione del forum di
domenica sera (4/2/07), si debba sacrificare, quasi sottomettere la
volontà predominante.
Una cosa non mi è chiara e cioè l’adesione a tale lista anche da parte
dell’Arcobaleno; speriamo si tratti di una tattica politica. A sentir
parlare il suo portavoce, che con la sua retorica affascina e coinvolge,
sembra la soluzione migliore; ma nel volgere lo sguardo verso altri
membri autorevoli dell’attuale amministrazione, nel corso del forum, si
osservava, visibilmente, la non condivisione di tale linea. Esponenti
che avrebbero avuto sicuramente più titolo ad interloquire e che,
inspiegabilmente, sono rimasti nel totale e tombale silenzio.
Speriamo, ripeto, si tratti di una tattica politica oppure, e qui mi
sovviene un dubbio atroce, potrebbero risuscitare personaggi ( id fecit
rei publicae causa) che hanno, con la loro retorica e dialettica
politica, ammaliato parecchie persone e contrariamente a quanto
predicavano (durante i loro precedenti amministrativi) non hanno portato
a soluzione nessuno dei problemi anzi questi si sono aggravati.
Ecco in ciò sta la bravura politica, cioè far credere risolti alcuni
problemi (che restano comunque irrisolti) mentre gli altri difficilmente
sanabili perché indipendenti da ogni loro volontà (bravura politica si
ma non buoni uomini politici).
Noi proprio di questo siamo stufi poi se qualcuno vuol credere alle
favole è libero di farlo, però deve essere cosciente che Caposele da
paese “invidiato” qual’era prima del terremoto, punto di riferimento dei
paesi dell’alta valle del Sele nonché della tanto rinomata Lioni, è
diventato un paese anonimo, addormentato, consapevole di andare verso il
suo destino cioè diventare un paese di soli anziani.
Questo stato di torpore, che fonda le sue radici in tutte le
amministrazione passate, non può essere eliminato, distrutto con una
lista unitaria dove i valori e la forza di fare si appiattirebbero, ma
con una lista che venga fuori da una sana, seria e veritiera campagna
elettorale. D’altronde una specie di lista unitaria già l’abbiamo
sperimentata con quest’ultima legislatura dove una chiara staticità è
emersa sia da parte della maggioranza che dell’opposizione.
Ma poi una lista unitaria dovrebbe nascere, oltre che con il consenso,
che manca, della popolazione, anche da uno stato di necessità e di
urgenza che pure manca.
È vero la situazione a Caposele è particolare, questi anni di cattiva
gestione si fanno sentire, ma non siamo in una situazione di non
ritorno; una buona amministrazione potrà far decollare di nuovo il
nostro paese, abbiamo tutte le potenzialità. Una concreta
amministrazione, con una valida opposizione, potrà far esaltare
elementi, caratteristiche che Caposele ha ma che gli amministratori e
conseguentemente la popolazione non sanno che esistono proprio perché
manca un’attività propositiva.
Un altro neo della lista unitaria (ammettendo il caso che si supererà
anche la fase della spartizione dei posti) sarà sicuramente la mancanza
di nuova forza; infatti la composizione sarà fatta di nomi vecchi e
stravecchi e anche qui si andrà contro la volontà dei cittadini che
chiedono novità (e non mi venite a dire che vecchio non vuol dire
obsoleto perché tale discorso può valere per pochi ma non per tutti).
Neppure è plausibile giustificare la mancanza dei giovani perché nessuno
vuol partecipare alla vita politica. Falso. Il compito dei partiti deve
essere anche questo: cercare e convincere giovani capaci a partecipare.
Partecipare non per spirito competitivo (io sono superiore a te) per
essere eletti e poi non fare nulla oppure per pensare solo ed
esclusivamente ai propri interessi (i nostri antenati sono maestri in
questo); evitare questi soggetti che pur ci sono e puntare su giovani di
qualità. Questo è uno dei compiti dei partiti. Però non bisogna sminuire
neppure il loro ruolo e cioè fargli fare una mezza comparsa (come è
avvenuto recentemente) per far gestire il potere ai soliti noti.
Una considerazione finale è da fare; dall’ultima riunione, quasi
segreta, del forum all’unanimità è stato firmato un documento base con
alcune linee guida ed è stato esaltato il ruolo dei componenti del
suddetto forum per la composizione del documento. Ma se tornassimo
indietro di 3, 8,… 27 anni fa troveremmo la stesse idee, le stesse
parole che oggi hanno esaltato il ruolo del forum.
Tutto questo sforzo intellettuale non lo vedo, viceversa si constata una
certa voglia di protagonismo.
Ragioniamo seriamente e concretamente, non si perda tempo su questa
inutile lista unitaria, se ne formino 2 con il coinvolgimento di giovani
che hanno voglia di impegnarsi e non semplicemente di spacconeggiarsi;
ma tale comportamento deve essere evitato anche da parte di chi è già
inserito nella vita politica e ha velleità di capeggiare una lista (come
si legge da alcuni articoli di giornali). Ma questo bagno di umiltà
difficilmente sarà disposto a farlo.
Attendiamo gli eventi…
 
Un cittadino
 

rispondi al messaggio


Servizio forum realizzato da : ArsWeb

Torna alla homepage